A Milano Ora di religione fino dalle materne

In tempi in cui si chiede meritocrazia e trasparenza, l’assunzione a tempo indeterminato da parte del Comune di Milano di 46 educatrici scelte dalla Curia senza alcun concorso pubblico, per introdurre l’ora di religione nelle scuole materne, grida vendetta.

E per “favorire l’integrazione” è stata inviata una lettera a tutti gli immigrati iscritti alle superiori, invitandoli a partecipare alle ore di religione. Non paghi, si spiega che quest’ora sarà dedicata a conoscere il pensiero e la storia della Chiesa (e non, come dovrebbe, la storia delle religioni).

Ma l’ultima chicca è questa:

Potrai affrontare tanti problemi, tra cui il razzismo e la tolleranza

Tradotto in parole povere, se diventi cristiano non sarai più discriminato.

5 risposte a “A Milano Ora di religione fino dalle materne”

  1. non conosco chi ha “tradotto in parole povere”, però posso affermare che chiunque faccia certe affermazioni devo mostrare prima un pò di intelligenza.

    1. Cosa significa?

      Quale significato dai tu alla dichiarazione che studiare la storia della Chiesa può aiutare ad affrontare il razzismo ed i problemi di tolleranza?

      Probabilmente dovrebbero studiare meglio il Vangelo le persone intolleranti verso gli altri, verso i poveri, così potrebbe essere veramente utile.

      Dire che le vittime della intolleranza possono affrontare il razzismo leggendo la Storia della Chiesa è profondamente contrario ad ogni principio di integrazione.

  2. State tranquilli,tutto questo chiasso finirà presto,non perchè gli italiani sono diventati improvvisamente ferventi religiosi e cattolici, ma perchè la gente è stanca di combattere davanti allo strapotere delle gerarchie della chiesa cattolica e perchè nei secoli trascorsi gli è stato insegnato a delegare al religioso tutto ciò che riguarda la sua anima e la sua coscienza.Se ci sono dei giornalisti e uomini di cultura che avranno il coraggio di portare avanti questa battaglia, si facciano avanti,hanno dalla loro parte il sostegno di uomini e donne libere che ancora sono presenti nella nostra tormentata terra.

    1. http://www.governo.it/Presidenza/USRI/confessioni/norme/85DPR751.html
      A proposito dello strapotere delle gerarchie della chiesa cattolica mi domando come mai a Forlì,Forlimpopoli,Bertinoro varie insegnanti di religione non siano in possesso di alcuno dei titoli obbligatori per insegnare religione ai bambini delle materne ed elementari ,sono scelte dalla curia e stipendiate pero’ dallo stato che prevede determinati requisiti che queste pseudo educatrici non hanno.
      In mano a chi sono i nostri figli nelle ore di religione?

  3. stiamo ritornando alla santa inquisizione..attenti Italiani Intelliggenti….tra poco il vaticano sarà il Parlamento il Senato
    Italiano.Ricordatevi che Mussolini e company iniziaro scherzano!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *