Debian e la grafica di Gnome

La distribuzione debian non è molto orientata al desktop, e la prima installazione soffre molto sia dal punto di vista dell’usabilità che dal punto di vista della grafica.
Per migliorare un pò le cose consiglio l’utilizzo di gdm e di gnome2, installando dei temi personalizzati con
# apt-get install

Per controllare i pacchetti che avete installato, potete utilizzare:

# dpkg –get-selections

eventualmente filtrati con il grep:

#dpkg –get-selections | grep themes

Ecco i pacchetti relativi ai temi che ho installto sul mio pc portatile:

gdm-themes install
gnome-icon-theme install
gnome-themes install
gnome-themes-common install
gnome-themes-extras install

Ora, eseguite da un terminale gdmconfig, e scegliete un greeter grafico.

Per quanto riguarda gnome2, particolare orridume viene dal tema di default, assieme al set di icone. Installate i temi extra ed utilizzate qualcosa di meglio, come ad esempio lush.

Speriamo che le cose migliorino anche per le impostazioni di default: altre distribuzioni, come Fedora, Mandrake e SuSe, hanno migliorato da tempo l’aspetto generale del sistema grafico, armonizzando le applicazioni e creando ad hoc dei set di icone carini.

Questo non toglie che le stesse cose si possano fare anche con Debian, cambiando diverse impostazioni ed importando le icone con alien dagli rpm delle distribuzioni commerciali.

Nuovo Template css per il blog

Ho modificato il css del blog. Eccone una copia:

/* Template css for WordPress
Made by Alessandro Ronchi:
https://alessandroronchi.net/

Please tweak this and make it your own. :)
*/

a img {
border: none;
}

a {
color: #675;
}

a:visited {
color: #342;
}

a:hover {
color: #9a8;
}

acronym, abbr {
border-bottom: 1px dashed #333;
}

acronym, abbr, span.caps {
cursor: help;
font-size: 90%;
}

blockquote {
border-left: 5px solid #ccc;
margin-left: 1.5em;
padding-left: 5px;
}

body {
background: #ececec;
font-family: monospace, “Courier New”, Courier;
margin: 0;
border: solid 2px #565;
border-top: solid 3px #aaaaaa;
border-bottom: solid 1px #aaaaaa;
}

h2 {
font-size: small;
font-height:130%;
font-family: Verdana, sans-serif;
border-bottom: 1px dotted #ccc;
margin: 15px 0 2px 0;
padding-bottom: 2px;
}
h3 {
margin-top: 0;
font-family: Verdana, sans-serif;
border-bottom: dotted 1px #eee;
}

p, li, .feedback {
background: #ececec;
font-family: monospace, “Courier New”, Courier;
font-size: 11pt;
/* line-height: 175%; */
}
cite {
font-style: normal;
font-size: 90%;
}

.b2calendarcell {
color: #000;
}

.b2calendaremptycell {
}

.b2calendarheadercell {
background: #808080;
color: #ccc;
}

.b2calendarlinkpost {
background: url(./images/);
color: #f00;
text-decoration: none;
}

.b2calendarmonth {
margin-top: 10px;
color: black;
}

.b2calendarrow {
color: #0f0;
}

.b2calendartable {
background: #fff;
border: 1px solid #000;
}

.b2calendartoday {
color: #00f;
}

.credit {
font-size: 11px;
text-align: center;
border-top: double 3px #aba;
padding: 3px;
color: #fff;
background-color: #cdcdcd;
margin: 10px 0 0 0;
}
.credit a:link, .credit a:hover {
color: #fff;
}

.feedback {
text-align: right;
color: #ccc;
}

.meta, .meta a {
color: #808080;
font-size: small;
font-weight: normal;

}

.storytitle a {
font-size: small;
text-decoration: none;
color: #6b6b6b;
}

#content {
margin: 30px 220px 0 60px;
padding-right: 60px;
}

#header {
font-family: Verdana, sans-serif;
font-style: italic;
font-weight: normal;
background-color: #cdcdcd;
margin: 0;
padding: 15px 10px 15px 60px;
border-top: solid 1px #aaaaaa;
border-bottom: double 3px #aaaaaa;
border-left: solid 1px #aaaaaa;
border-right: solid 1px #aaaaaa;
}

#header a {
color: #fff;
text-decoration: none;
}

blockquote {

/* border-left: 5px solid #ccc;

margin-left: 1.5em; padding-left: 5px;*/

border: 1px dashed #949494;

background-color: #cdcdcd;

margin: 20px;

padding: 10px;

}

blockquote p {

background-color: #cdcdcd;

}

#header a:hover {
text-decoration: underline;
}

ol#comments li p {
font-size: 100%;
}

#menu {
background: #d4d4d4;
/* border-left: 1px dotted black;
border-top: solid 3px #e0e6e0; */
border: dotted 1px black;
padding: 20px 0 10px 30px;
position: absolute;
right: 2px;
top: 0;
width: 180px;
}

#menu p {
background-color: #d4d4d4;
}
#menu form {
margin: 0 0 0 13px;
}

#menu input {
background-color: #eee;
border: 1px solid #999;
width: 80px;
}

#menu ul {
color: gray;
text-transform: lowercase;
list-style-type: none;
margin: 0;
padding-left: 3px;
}
#menu ul li {
background: #d4d4d4;
font-family: Verdana, sans-serif;
font-weight: normal;
margin-top: 10px;
padding-bottom: 4px;
}

#menu ul ul {

font-size: 11pt;
font-variant: normal;
font-weight: normal;
line-height: 100%;
list-style-type: none;
margin: 0;
padding: 0;
padding-left: 3px;
text-align: left;
}

#menu ul ul li {
font-size: 11pt;
font-family: Verdana, sans-serif;
font-weight: normal;
font-style: normal;
padding-left: 12px;
margin-top: 0;
padding: 0;
border: 0;
}

#menu ul ul li a {
color: #000;
height: 13px;
text-decoration: none;
padding: 0 0 2px 10px;
line-height: 1.3em;
background: url(./images/white_bullet.gif) no-repeat 1px 5px ;
}

#menu ul ul li a:hover {
border-bottom: 1px solid #809080;
line-height: 1.3em;
}

Diamo inizio alle danze

L’idea di creare e mantenere un k-blog personale parte dalla necessità di reperire informazioni utili che raccolgo nel tempo.

Per studio, per lavoro e per passione, spesso raccolgo insiemi di dati che vorrei mantenere, come ad esempio configurazioni interessanti, oppure script che risolvono piccoli problemi, oppure codici sorgenti che mi sono serviti.

Queste informazioni, inserite un pò alla volta, sono messe subito a disposizione di chi farà delle ricerche sui vari motori, e probabilmente aiuteranno qualcuno che ha le mie stesse necessità a risolvere il problema senza rifare lo stesso lavoro.

La mia natura di informatico mi rende particolarmente fastidiosa l’idea di dover ripetere cose già fatte, risolvere problemi che ero già riuscito ad accantonare, oppure scrivere codice già scritto da altri.

Per questo motivo spero che sempre più persone decidano di convidere le loro soluzioni: spesso rimangono nel proprio hard disk, e spesso vengono abbandonate o perse nel tempo, perché non ritenute più utili.

Stiamo perdendo un sacco di informazioni: basta fare una ricerca su qualche stampante vecchia di anni, per rendersi conto del fatto che le vecchie informazioni su internet rischiano di finire nel vuoto, cancellate per far posto ad altre , che avranno sempre la stessa volatilità.

La facilità di replicazione di queste informazioni, una novità per quanto riguarda la storia dell’uomo, da sola non basterà a salvare dal dimenticatoio e dal nulla quello che è stato fatto. Forse è uno degli strumenti che rende più veloce la loro eliminazione così rapida: la ricchezza e la numerosità di informazioni produce rumore, che mette in secondo piano l’importanza di ogni singola informazione. Forse che anche qui vige la legge della selezione naturale, e che solo le cose veramente importanti si salvino con il tempo.

Credo che sia necessario dare valore al proprio tempo, e condividere quello che si è fatto forse è uno dei metodi migliori per ottenere questo risultato.

Se anche non sarò di aiuto a nessuno sicuramente questo strumento sarà un’utile magazzino di informazioni che, prima o poi, sono sicuro mi saranno utili.

In Italia diventa reale il Grande Fratello

Il 23 Dicembre scorso il governo ha varato un decreto che obbliga i fornitori di servizi telefonici e di connessione ad internet a conservare i dati del traffico degli utenti per un periodo non inferiore a 5 anni.
Il controllo di email, sms, telefonate, traffico web generato dagli utenti diventerà molto più facile, aiutando le indagini su reati di criminalità organizzata ed eversione.

Se questo è un bene, dall’altro il rischio di venire controllati diventa reale: conoscendo le comunicazioni degli individui, si possono facilmente scoprire abitudini di consumo, credo politico, stato di salute, e tutto quello che dovrebbe rimanere sfera privata del cittadino.

Il senatore Fiorello Cortiana dei Verdi denuncia la violazione dell’articolo 15 della Costituzione, che recita:

La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili.

La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell’autorità giudiziaria [cfr. art. 111 c. 1] con le garanzie stabilite dalla legge.

Quintostato ha già predisposto una petizione contro il decreto, in vista del dibattito parlamentare che inizierà circa a metà gennaio.

Dvd Jon è stato assolto anche in appello

L’inventore del deCSS, il codice che permette di visualizzare i DVD anche su Linux, è stato assolto anche nel processo di appello.
La notizia è importante, perché di fatto stabilisce con fermezza il diritto all’utilizzo del materiale che viene acquistato.
I DVD che Jon voleva vedere erano di sua proprietà.

Le multinazionali dell’entertainment vogliono introdurre la novità secondo la quale esistano utilizzi corretti di una proprietà, ed utilizzi scorretti, da punire penalmente. Questa sentenza ripristina il valore del diritto al “fair use”, all’utilizzo giusto e sensato delle proprie proprietà.