io NO – Appello “Io Rete4 non la Guardo”

A partire dalla pagina dei Girotondi un appello per eliminare Rete4 dalla lista dei canali disponibili nel telecomando.

Rete4 è illegale, quindi è giusto cancellarla dalle nostre televisioni?
Il link porta anche una lista di documenti sull’illegalità della rete, la legge Gasparri come tentativo di salvarla, la mancata firma di Ciampi con il testo integrale delle osservazioni, la rassegna stampa estera sul decreto salva rete4.

io NO
“Io cittadino italiano e possessore di un televisore, constatato che a partire dal 1° Gennaio 2004 ‘Retequattro’ trasmetterà in modo ‘abusivo’ e avendo notizia che il Presidente del Consiglio vuole firmare un decreto (a suo totale beneficio in qualità di proprietario della suddetta emittente) violando la sentenza della Corte Costituzionale n°466 che impone a Retequattro di passare sul satellite, lasciando libere le sue frequenze a favore di ‘Europa 7′,
DICHIARO
che a partire dal 1° Gennaio ELIMINERO’ LE FREQUENZE DI ‘RETEQUATTRO’ DAL TELECOMANDO, INSERENDO QUELLE DI ‘EUROPA 7’ O, NEL CASO NON ESISTESSSE NELLA MIA REGIONE QUESTA EMITTENTE, UNA QUALSIASI TV PRIVATA LOCALE CHE TRASMETTA LEGALMENTE.”

2 risposte a “io NO – Appello “Io Rete4 non la Guardo””

  1. IO RAI 3 NON LA GUARDO! Quello che di più assurdo e illiberale c’è in quanto da voi detto è che Rete 4 non impone il canone, mentre Rai 3 è pagata dai cittadini, anche da quelli che non la pensano come quanto si predica in quel fazioso canale.

    Buon Natale. Diana Zulian

    Ah un’altra cosa. Io “spero” di essere ancora in un paese libero, di conseguenza vorrei decidere di guardarmi quello che più mi pare e piace. Con questo intendo dire che una minoranza autoritaria e primitiva come la vostra, deve iniziare a pensare a se stessa e non ad imporre agli altri quello che devono guardare, fare o pensare.
    Vi è chiaro il concetto? In caso contrario vi consiglio di emigrare in qualche altro paese che si adatti meglio alle vostre aspettative. Che ne dite dell’Iran?
    Per favore, lasciate stare Gandhi che con voi non ha nulla da spartire. Voi travisate un pò troppo.

  2. Vedi Diana, il problema non è quello che dice Rete 4, dato che è una rete privata può fare quello che vuole. Il problema è che Rete 4 è abusiva, occupa frequenze che erano state acquistate da un’altra azienda privata.
    E’ chiaro il concetto? Quello che si chiede è che la frequenza torni a chi la aveva acquistata.

    Lei può guardare quello che le pare, ci mancherebbe, ma quando si compra una cosa si ha il diritto di averne il possesso, non crede?

    Il canone che lei paga ha lo scopo di garantire il servizio e le trasmissioni (le infrastrutture per la trasmissione delle reti non sono sorte da sole), ed oggi finiscono pure per il digitale terrestre ed il satellite.

    Probabilmente preferirebbe ancora più omologazione di quella attuale nelle reti televisive.

    Io non desidero imporre nulla a nessuno, solo il rispetto di leggi che ritengo giuste. E’ sbagliato?

    Lasci stare i primitivi, l’Iran o altre questioni, la pensiamo semplicemente in maniera diversa, ed in una democrazia dovrebbe rispettare la mia opinione.

    Vede, al contrario di quello che pensa la libertà e la pluralità dell’informazione è un diritto di tutti i paesi evoluti e democratici. Persino negli Stati Uniti, che probabilmente saranno il suo modello di Stato liberista.

    Forse è lei che dovrebbe emigrare in un paese ancora meno democratico, ci pensi bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *