Google Maps è illegale

Dopo il primo giorno di stupore, ho verificato un dubbio ed ho scoperto che Google Maps è illegale, almeno in Italia, perché viola le norme riguardanti il segreto militare.
Attraverso le mappe messe a disposizione da Google, infatti, è possibile vedere l’interno delle caserme militari e degli obbiettivi sensibili (stazioni, aeroporti, etc.), vietati espressamente dal decreto regio sulle Norme relative al segreto militare.
Nelle mappe fotografiche che venivano distribuite al pubblico fino ad oggi, infatti, questi obbiettivi sono sempre stati oscurati.
Finché questo non avverrà anche nelle mappe di Google, quindi, questo servizio è illegale.

Aggiornamento: la notizia è stata riportata anche su Motoricerca, su I-dome, Data Manager, Punto-informatico, Manteblog, Google Blogoscoped e su molti blog (vedere i commenti ed i trackback).

17 risposte a “Google Maps è illegale”

  1. Complimenti per la ricerca, ho postato l’articolo sul mio blog e su Pc-facile.com (uscirà alle 20:00), ovviamente citando i riferimenti.
    Buon lavoro!

  2. Beh, sinceramente penso che Google Maps (essendo un servizio americano, hostato su server americani, gestito da americani) se ne possa tranquillamente fregare della giurisdizione italiana, così come dei vetusti regi decreti.
    Ovviamente è un parere mio, ma considerando come ci si è comportati in episodi analoghi (siti oggetto di reato in Italia, ma NON perseguibili perchè ospitati fuori dal territorio italiano), penso ci sia poco da fare, per chi volesse far valere quei decreti…

  3. Che non sia semplice è sicuro, Alessandro, ma… secondo te… i “guru” di Google avrebbero fatto partire il servizio in America senza curarsi di eventuali implicazioni di questo tipo?
    Se l’avessero fatto realmente, sarebbero stati oltremodo sciocchi e sempliciotti, no?
    Ergo probabilmente si saranno informati (spero) almeno riguardo alla legislazione vigente in America. Per quanto riguarda la situazione italiana… mah… :D

  4. Ho scoperto che altrove i siti vengono oscurati con una banda nera (cercate google maps black box su google e ne troverete diversi).
    Un esempio è questo:
    http://maps.google.com/maps?q=Delta+Junction,+Alaska&ll=62.127686,-141.108398&spn=1.036835,1.365051&t=k&hl=en

    Non ci vorrà molto, quindi, che anche i siti italiani vengano oscurati. Nel frattempo, migliaia di persone hanno già le immagini salvate nel proprio hard disk. Quello che mi chiedo è se non fosse scontato che lo stesso problema si potesse riproporre in diversi paesi, al di fuori degli Stati Uniti.

    Se lo sapevano, non credete che possa essere una scelta apposita, magari per creare rumore attorno al servizio?

  5. Come già ho avuto l’occasione di scrivere (non ricordo se in un commento o da qualche altra parte), mentre le basi americane sono praticamente oscurate (alcune con box neri, altre attraverso zoom molto grossolani, quelle italiane sono gestire alla stregua di parchi verdi o laghi.
    Per questo la definizione è la stessa, a differenza di quello che accade in negli States.

  6. Espero que sepan comprender mi español. La verdad que Bush y sus lacayos se hacen odiar por todo el mundo, incluso de arriba. A ningún gobernante del mundo le causa ninguna gracia las cosas que este tipo hace. Se imaginarán que no llegué porque si a este blog, sino porque esta linkeado en http://weblogs.clarin.com/weblogs/
    Bueno le mando un gran abrazo a todos los italianos espero que me visiten en mi blog… y aunque en castellano al decir chau uno usualmente se despide, se que para ustedes es como decir (ciao) hola… (por ello espero poder visitar este blog nuevamente)

  7. No, anche pagando non è possibile aumentare la risoluzione delle mappe di google. Probabilmente in futuro questo servizio verrà aggiunto.

    In ogni caso credo che tu possa scrivere a google e chiederlo direttamente…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *