Ordinanza del Sindaco: Divieto dell’attività venatoria nei pressi dell’aeroporto

ORDINANZA DEL SINDACO DI DIVIETO DELL’ATTIVITA’ VENATORIA NEI PRESSI DELL’AEROPORTO DI FORLI’

Il Sindaco di Forlì Nadia Masini ha emanato oggi, martedì 4 gennaio 2005, una ordinanza con la quale viene “inibita con effetto immediato l’attività venatoria nella circonferenza dell’area di sedime aeroportuale al di sotto del mille metri”.

Sollecitazioni in tal senso sono pervenute al Sindaco da parte della Provincia di Forlì – Cesena la quale ha evidenziato la possibile pericolosità nell’area aeroportuale determinata dallo svolgimento di attività venatorie, anche con l’ausilio di cani da caccia, che possono interferire con le operazioni di decollo e atterraggio dei velivoli. La Seaf aveva informato la Provincia di varchi creati con distacco della recinzione dal suolo attraverso i quali accedevano cani da caccia nell’area aeroportuale con pericolo per il normale svolgimento del traffico aereo.

L’ordinanza fa obbligo anche alla società di gestione Seaf spa di intraprendere tutti i lavori e gli interventi occorrenti alla messa in sicurezza della rete metallica di recinzione dell’area aeroportuale.

Il provvedimento è stato emanato anche su sollecitazione della Direzione dell’aeroporto “L. Ridolfi” e dell’ENAC che avevano segnalato al Prefetto di Forlì-Cesena la presenza di postazioni di caccia in spazi privati prospicienti la recinzione dell’aeroporto, rivolgendo contestualmente anche al Sindaco di Forlì l’adozione di idonee iniziative volte ad eliminare l’eventuale pericolosità di tali attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *