Cambiata l’intensità del terremoto in Abruzzo per risarcire meno danni?

In rete circola la notizia che la magnitudo Richter del terremoto abruzzese sia stata modificata a tavolino per evitare il risarcimento totale, previsto quando l’intensità supera i 6 gradi della scala. Dal valore 5.8 inizialmente diffuso sarebbero passati al 6.3 con nuove e più precise misurazioni.

Già si grida allo scandalo.

Visto che nell’articolo si cita l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, sono andato sul loro sito ed ho scoperto che le due misurazioni sono differenti perché semplicemente si tratta di cose diverse: la magnitudo Richter e la magnitudo momento.

La verifica della notizia era molto semplice. Non è che stiamo aprendo la stagione dello sciacallaggio da popolarità sul web?

Grossa scossa di terremoto

CementoCirca mezz’ora fa nel Forlivese c’è stata una forte scossa di terremoto. Purtroppo il sito dell‘Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia non è attualmente raggiungibile (e questo è grave, visto il ruolo informativo che potrebbe avere in situazioni come queste, per informare la popolazione). Chi ha notizie le inserisca nei commenti.

Aggiornamento:

Scossa terremoto Marche e Romagna
Magnitudo 4. 3, conferma da Protezione Civile
(ANSA) – ANCONA, 5 APR – Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 e’ stata avvertita distintamente dalla popolazione al confine fra le Marche e la Romagna. Lo ha confermato la Protezione civile regionale delle Marche, che sta conducendo accertamenti. Il sisma e’ stato avvertito in particolare nel Pesarese, a Urbino e anche ad Ancona.

Il numero dei reati, le notizie e la percezione della gente

lanzarini21234871039Se facessimo un sondaggio sono convinto che la quasi totalità delle persone ammetterebbe che oggi ci sono più reati rispetto al 2005. Qualcuno ha fatto uno studio che lo ha confermato.
La cosa interessante è che da questo grafico si nota la curva rossa, delle notizie sui reati, in aumento (con un bel picco in occasione della campagna elettorale delle politiche del 2008) mentre la curva azzura, dei reati, sostanzialmente stabile.
La percezione della gente, in giallo, in aumento a seguito delle campagne mediatiche.

Quindi non è assolutamente vero che i reati sono in aumento. Al contrario appare evidente che le notizie seguono o facilitano il dibattito politico di chi sfrutta questi temi per creare paura nelle persone.

Non penso che sia frutto di un complotto, quanto piuttosto un insieme di fattori che prendono il via dal concentrato di potere sulle televisioni, alle quali segue l’onda di tutto il resto della comunicazione. Un po’ come avvenne per i morsi dei cani che sembravano diventati l’unico problema nazionale, o le morti bianche, che appaiono sparite ma che purtroppo sono ad oggi una triste costante.

Ogni tanto, però, dovremmo guardare qualche dato e riportare l’attenzione sulle vere cose da fare – con dati oggettivi alla mano – per risolvere i problemi, fuori dalle campagne elettorali e dagli spot che muovono le urne.

La casta dei giornali: politica potere e informazione (Bologna)

Con questo post inserisco 2 notizie. La prima è che ho creato il blog della Sinistra Arcobaleno dell’Emilia-Romagna, che raccoglierà tutte le informazioni sugli eventi organizzati in regione e tutti i documenti pubblicati dal coordinamento regionale.
La seconda notizia riguarda questo bell’appuntamento a Bologna:
La casta dei giornali: politica potere e informazione (Bologna)
Lunedì 17 marzo ore 21 Sala dell’Angelo via San Mamolo n. 24 – Bologna
• Beppe Lopez: giornalista e autore del libro “La casta dei giornali”
• Bernardo Iovene: giornalista della trasmissione “Report”
• Daniela Guerra: capogruppo Verdi per la Pace Regione Emilia-Romagna

Modera l’incontro: Chiara Valentini – inviato speciale de “L’espresso”
Scarica il volantino

Nolita – L’anoressia secondo Oliviero Toscani

Io sono tra quelli a favore della campagna di Oliviero Toscani sull’anoressia. Non penso proprio che sia possibile che qualcuno cerchi di emulare la modella di 31 chili di ossa, vedendo la sua foto, come invece dice l’Aba, l’Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia e l’obesità.

Oliviero è un reporter del nostro tempo, certamente tra i migliori. Le critiche nei suoi confronti a mio parere nascono dalla volontà di non accettare anche le immagini negative della nostra società. Non vi preoccupate, domani le avremo già dimenticate.