Mi stropiccio gli occhi e le orecchie

Senza dubbio la sorpresa tanto studiata da Berlusconi per il faccia a faccia ha fatto il suo effetto. Peccato che i contenuti che ha espresso non fossero validi quanto le sue stramberie dialettiche.

Speriamo che questa sia la sua ultima campagna elettorale: vi invito a dare il vostro massimo contributo perché questo sogno italiano diventi realtà.

4 risposte a “Mi stropiccio gli occhi e le orecchie”

  1. curioso berlusconi faticava a tenere gli occhi aperti..
    e tutti quei numeri e disegni che faceva sui fogli?
    forse era venuto il momento di concretizzarli proprio li davanti a tutti?
    Prodi apparte le orecchie turgide era sorridente, si vedeva bene dritto negli occhi e sorrideva, senza mai mostrare aggressività, con quella voce pacata da prete..
    Mi aspettavo un berlusconi più bravo a dire le bugie, vabbè, è andata bene così, speriamo..

  2. Ha detto bene Ferrara nel suo speciale, subito dopo il dibattito. Berlusconi è più bravo a dire bugie, ma è trasparente sulle emozioni quando si esprime in pubblico.

    Alla fine si è arreso platealmente, dando la colpa alle regole. Forse perché con regole che non gli permettono di superare nei tempi e nei modi l’avversario si nota maggiormente la capacità di comunicare ed i contenuti che si esprimono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *