Sequestrato il blog di Piero Ricca

Proprio quando ero ad un passo dal raggiungere Piero Ricca nella classifica su blogbabel, per entrare nel podio dei blog politici italiani, Piero si fa sequestrare il blog per una denuncia di diffamazione da parte di Emilio Fede.
Toccherà aspettare.
Nel frattempo, piena solidarietà a Piero, al quale hanno tolto le password del blog senza dargli la possibilità di inserire la notizia dell’avvenuto sequestro, o di mettere il sito offline come prassi comune in questi casi.

9 risposte a “Sequestrato il blog di Piero Ricca”

  1. Beh, è molto grave quello che è successo.
    Piero fa un tipo abbastanza estremo di informazione, la cosa ridicola è che la finanza ha eliminato il post su Emilio Fede e non il video da Youtube.
    Probabilmente perchè era possibile per l’art.21 eliminare il post perchè diffamatorio ed il video (in cui Fede ad un certo punto sputa contro Piero) no.
    Mi sembra di vivere in Russia.
    Emilio Fede che trasmette su una Tv nazionale che non ha il diritto di occuparne le frequenze. C’è da strapparsi i capelli.

  2. è qualche giorno che si parla di siti sequestrati (lucavolonte.eu, pieroricca.org, il gioco di molleindustria, ecc…), scusate la domanda ingenua ma non sarebbe sufficiente mettere i siti web su dei server all’estero per evitare di farseli mettere sotto sequestro?

  3. Scusate, non voglio essere polemico, ma vogliamo rinunciare al diritto costituzionale di pensarla come ci pare anche nel nostro territorio?
    Se la pensiamo così anche noi hanno veramente vinto quelli che la pensano come Emilio Fede.

  4. io non vogliamo rinunciare al diritto di pensare e dire quello che penso anche sul mio territorio, però, siccome la gente comune ha anche una vita da vivere (deve lavorare per mantenersi, magari ha moglie e figli…) bisogna trovare il modo di difendersi da chi ha mezzi, tempo e amicizie per complicarti enormemente l’esistenza. (bravo Alessandro vedo che tu hai già provveduto :-)

  5. Ma se rete4 occupa frequenze abusive come espresso da Corte costituzionale, Consiglio di Stato e Corte di giustizia europea. Perchè il ministro Gentiloni non fa rispettare la legge si oscura rete4.

    Invece si oscura il sito di Piero Ricca per una
    denuncia del direttore del TG4 di una rete abusiva
    siamo in mondo capovolto. La democrazia è in pericolo veramente se si infrange la libertà di espressione anche di dissenso come persone come Piero. Non è tollerabile una azione da far west per oscurare un sito di libera informazione da parte
    di chi fa disinformazione, voi lo capite Emilio
    Fede. Qualche politico ha gridato assalto al democrazia …anche questo è segno dei tempi
    solo interessi.

    Forza Piero Ricca appuntamento (V-D) 8 settembre

  6. Ma se rete4 occupa frequenze abusive come espresso da Corte costituzionale, Consiglio di Stato e Corte di giustizia europea. Perchè il ministro Gentiloni non fa rispettare la legge è oscura rete4.

    Invece si oscura il sito di Piero Ricca per una
    denuncia del direttore del TG4 di una rete CHE trasmette in maniera abusiva siamo in mondo capovolto. La democrazia è in pericolo veramente se si infrange la libertà di espressione anche di dissenso come persone come Piero. Non è tollerabile una azione da far west per oscurare un sito di libera informazione da parte
    di chi invece fa disinformazione, voi lo capite Emilio Fede ? Qualche politico ha gridato assalto alla democrazia …anche questo è segno dei tempi
    solo interessi.

    Forza Piero Ricca appuntamento (V-D) 8 settembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *