Alessandro Ronchi

Benvenuti ai ritardatari

E’ interessante il dibattito che vedo sui social in questi giorni. Tanti consiglieri di diversi partiti tutti a criticare scelte che proprio il loro gruppo ha fatto nascere.

Io ero consigliere comunale a Forlì con i Verdi quando votammo contro l’inceneritore, dicendo che prima occorreva fare la raccolta porta a porta. Invitammo il consorzio Priula a parlare alla città, per spiegare l’alternativa possibile.

I Verdi qualche anno dopo erano in consiglio ad opporsi al piano che portava in città 96 nuovi supermercati, che oggi vediamo costruire.

Zattini ed il centro-destra che lo sostiene non cambiano rotta, ma la direzione e l’avvio di questo percorso purtroppo non sono solo colpa sua.

Vogliamo chiudere l’inceneritore? Siamo tutti d’accordo? Allora si estenda a tutta la regione il porta a porta e la tariffa puntuale e si riduca l’autorizzazione fino ad azzerarla. Siamo stanchi di respirare con i nostri polmoni i rifiuti delle città meno attente sul tema della loro riduzione.

Vogliamo stoppare i nuovi ipermercati? Si faccia una legge regionale che azzeri veramente da subito il consumo di nuovo suolo. Si proponga una moratoria subito: i commercianti sono già in crisi senza aggiungere altri carichi sulle loro spalle.

Benvenuti ai ritardatari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su