Le dittature non funzionano meglio delle democrazie

“E’ paradossale, ma le dittature funzionano più delle democrazie”.

Beppe Grillo, 15 Settembre 2020.

Non è paradossale, ma è ovvio che sia più semplice e rapido avere una sola persona che decida per tutti. Anche in condominio: demandate tutto all’amministratore o quando potete partecipate alle riunioni che decidono su come spendere i vostri soldi?

Ma il punto è un altro: quali sono le decisioni che vengono prese nelle dittature? Ce lo ricordiamo bene, è successo anche in Italia. E’ un bene togliere ai cittadini la scelta di rifiutarsi? In quali paesi dalla democrazia debole i cittadini hanno ottenuto una migliore qualità della vita?

E’ veramente irrispettoso della nostra storia essere costretti ad ascoltare posizioni di un livello così scarso.

Ma non è un caso.

Casaleggio padre prima ed il figlio poi hanno affermato che il superamento della democrazia rappresentativa è inevitabile. Hanno detto che a breve le camere non saranno più utili.

Salvo poi nasconderci che la loro soluzione alternativa, cioè il voto deciso e manipolato su piattaforme informatiche gestite dalla loro azienda private, è cento volte peggio della democrazia rappresentativa. Hanno più potere i Casaleggio o i parlamentari? Chi è più casta?

Ed ancora il deputato 5 Stelle Tuzi, a giustificare il SI’: “Un parlamento ridotto numericamente può essere controllato meglio”.

DA CHI?

Noi ci opponiamo a questa visione, è giusto cambiare e cercare di migliorare le cose, ma è stupido cambiare in peggio.

Vogliamo essere rappresentati meglio, non meno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.