Caccia: Commenti Intelligenti

Questa email appena ricevuta, evidentemente scaturita dalla mia iniziativa contro la nuova legge sulla caccia:

IL GRANDE SEN.ORSI, HA DUE PALLE ENORMI, ED HA UN C…O DURO CHE VI FARA’ ASSAGGIARE QUANDO CANCELLERANNO QUELLA MALEDETTA 15792, COSI’ NOI CACCIATORI , E NOI BRACCONIERI DEL SUD ITALIA RIDEREMO ALL’INFINITO SULLA VOSTRA FACCIA DI M…..
AMBIENTALISTI , IGNORANTI COME LE CAPRE, MALEDETTI VOI SIETE OVUNQUE VI TROVATE.

87 risposte a “Caccia: Commenti Intelligenti”

  1. Se parlasse per esperienza diretta (ovvero, per essere chiari, se avesse avuto rapporti di tipo omosessuale – scrive “noi cacciatori” non cacciatrici – col sen. Orsi) l’anonimo estensore della email sarebbe più spregevole di quello che è?
    In altre parole, ritieni che l’essere omosessuale sia un’aggravante, o un motivo di derisione, rispetto all’essere cacciatore e bracconiere?
    saluti

    1. Caro Paolo, leggi bene perche’ analfabeta ci sei tu, e pure cieco perche’ non ho scritto “SIATE” ma bensi’ SIETE… I tipi come te che alludo alla cultura e non al “SENSO” dovrebbero chiudersi in se stessi, perche’ non umili e tanto fanatici.

      1. Sono spiacente, ma ti serve qualche ripetizione di italiano.
        Quando esterni un invettiva, si dice ovunque voi SIATE, non ovunque voi SIETE.

        http://it.wikipedia.org/wiki/Buonasera_ovunque_voi_siate

        SIETE non puoi usarlo, perché nessuno è ovunque contemporaneamente (ovunque voi siete), quindi devi usare il condizionale, cioè SIATE. Lo dico per venire incontro alle tue scarse capacità linguistiche, non me ne volere. Lasciamo perdere poi il senso, che è assolutamente farneticante, ovunque voi lo LEGGIATE. ;o)

        1. Il senso Paolo …Il Senso

          E’ quello cio’ che non hai.

          Ma sarai forse un professorino, o cosa..

          Proprio come l’amico tuo “RONCHI”, che non sapendo come
          rispondermi sulle modifiche alle legge 157\92 mi dice:
          “PARLI X ESPERIENZA?” RIDICOLO…
          Vorrei dere un nuovo nome al vostro bel gruppetto,
          I SENZA SENSO!!

          1. Perchè il “senso”, invece di offendere a destra e a manca, non provi a esprimerlo tu ?
            Non è certo per amicizia se difendo qualcuno dalle offese, fra palle enormi e c…o duro, dimmi tu dove sta il senso nelle cose che dici, io francamente non lo trovo.

            La cosa incredibile è che a gente come lei è permesso di votare, questo si che è qualcosa privo di senso.

  2. E’ inutile che cerchi quello che non c’è, Marco.

    Ho solo voluto sottolineare che cercando di offendermi, si è semplicemente coperto di ridicolo.

    Tanto per dimostrare che non mi pare una offesa o un motivo di derisione fuori da questo contesto, puoi andare in piazza XX settembre, dove nella mia bacheca un vandalo ha scritto “Ronchi Gay”.

    E’ falso, ma non rappresenta un problema e lì è rimasto.

  3. marcovalli,
    certo che abbiamo il senso dell’ironia un pò piatto, eh?

    Comunque, aldilà di tutto, ma che criteri utilizzano per rilasciare il porto d’armi?
    L’equilibrio – a quanto pare – è solo un optional.

    1. Cosa vuoi, mi fanno un po’ schifo quelli che fanno dell’ironia sui gusti sessuali delle persone, o sul colore della pelle, o sull’etnia.
      Il *tuo*senso dell’ironia, invece – quello di Alessandro non mi pare, ma certo avrebbe fatto più bella figura ammettendo di aver scritto una sciocchezza, ma anche qui, volenti o nolenti, Silvio Berlusconi ha insegnato parecchie cose a parecchia gente – mi pare in linea con quello governativo: auguri :>

      1. Ormai sono abituato al tuo tono, però permettimi una domanda: non ti pare di essere un po’ eccessivo?

        1. Eccessivo? Tu non mi hai mai visto eccedere e poi t’ho pure difeso sostenendo che il tuo senso dell’ironia *non* e’ in linea con quello governativo; secondo me, ripeto, hai scritto una cosa un po’ greve, ma pazienza, ne scriviamo e diciamo tutti… sono sicuro che la prossima volta farai piu’ attenzione.
          saluti
          ps Massimo Gramellini e’ un grande solo per chi non lo conosce bene.

          1. Lo giudico per quello che scrive.

            Se hai qualche informazione che puoi condividere, la ascolto volentieri.

      2. Marco, a mio parere stai esagerando quando scrivi “mi fanno un pò schifo quelli cha fanno dell’ironia sui gusti sessuali..”.
        Anzi, in questo modo sei tu che sottolinei una diversità che non c’è.
        La sottolinei con il tuo disappunto, il tuo stupore per una battuta o una frase ironica.
        Se vogliamo, anche dire che un uomo di colore è un superdotato può essere letta come una frase razzista, in realtà a volte è anche giusto lasciarsi andare all’auto-ironia, allo scherzo, alla battuta.

        C’è anche chi dice che i politici sono tutti ladri, gli statali tutti vagabondi, i commercianti tutti evasori, le donne guidano male. E quindi?

        “Oggi al lavoro mi sono fatto un c*lo così” rimane un modo di dire, non puoi leggerla come una battuta infelice.

        Ogni tanto, allentiamola questa catena, si muore poi tutti, eh?

        1. L’autoironia sulle persone di colore, Gianfranco, la puoi fare se hai la pelle scura.
          L’autoironia sulle persone di colore la può fare, per esempio, il mio amico Ettore, nato in Etiopia e residente in Italia dall’età di un anno.
          Il mio amico Ettore quando s’è stufato dell’autoironia – come la chiami tu – di un suo cliente (con la pelle bianca) che continuava a scherzare e a fare amabili battute sui “negri”, l’ha preso a calci in culo beccandosi una denuncia – oltre al danno la beffa, ma vuoi mettere la soddisfazione?
          Se non hai la pelle scura appari, invece, per quello che sei: un razzista.
          In ogni caso, il tuo senso dell’umorismo è imbarazzante…
          ps hai dell’autoironia da fare sugli albanesi? Se vuoi te ne presento un paio, sono maneschi ma hanno un gran senso dell’umorismo.

          1. Il mio senso dell’ironia è imbarazzante, ok.
            E per te sono pure razzista (non so cosa c’entrasse, nel costesto, ma vabbè).

            Io per come la penso, invece, sono meno – molto meno razzista di te.
            No, perchè quando mi vuoi presentare delle persone manesche, ti vengono in mente i tuoi amici albanesi. Ma guarda un pò.
            Come mai, non hai amici italiani altrettanto maneschi?
            Perchè non ti viene in mente di mandarmi un paio di amici norvegesi?

            P.S. guarda che so cosa significa “autoironia”, il mio era un discorso slacciato dalla battuta che era stata fatta verso terze persone e riguardava il guardarsi allo specchio a 360°. C’è sempre una giustificazione per prendersi in giro, per prendersi meno seriamente.
            La vita può anche essere piacevole, lo sai?

  4. Ma per favore, ma dobbiamo perdere tempo a discutere di ste robe?

    Piuttosto se la mail era indirizzata direttamente a Ronchi, io non ne capisco il senso, se è del sud Italia perchè prendersela solo con Ronchi?

    Forse mi faccio troppe domande visto il lessico e la calligrafia urlante di costui…

  5. Sapere che nel mondo esistono ancora persone (se così si possono chiamare) tanto spregevoli mi lascia sbalordita…E gli ambientalisti sarebbero ignoranti?!! Mah!

    1. Ciao Sonia, vorrei scusarmi con voi per essere stato scortese nel dirvi “IGNORANTI” quando magari cosi’ non e’.
      La questione e’ un’altra pero’… Non riesco a capire il vostro accanimento contro noi cacciatori. SI sa bene che non e’ possibile spiegarvi la passione venatoria , sarebbe come spiegare i colori ad un cieco…
      Ma almeno lasciateci un po’ in pace , non opponendovi alle modifiche della 157\92. Tanto si sapeva che prima o poi qualcuno avrebbe cancellato quella legge. Siamo vicini e nessuno potra’ far nulla ,dovrete solo desistere. CIAO CIAO

      1. Ciao Bracco, io non mi definisco un’ambientalista…è solo che reputo la caccia una pratica crudele, sadica e inutile. Poteva essere giustificata solo tra gli uomini primitivi…ma come dici tu è inutile cercare di spiegare cos’è la passione per la VITA a chi la vita la toglie!

        1. No Sonia, non e’ cosi’… La pratica venatoria, e’ una passione talmente grande a cui noi stessi cacciatori,non sappiamo spiegarci,e’ innata praticamente nel DNA. Non chiedo comprensione, ma dico a tutti coloro che odiano i caccatori di stare solo un po’calmini,perche’ da quando c’e’ la nuova proposta di legge si scatenato il putiferio.
          PERCHE’ QUESTO? Sai quante tasse paghiamo,e sai quanto costa andare a caccia oggi? Se vuoi posso spiegarti tutto al meglio.

          1. — Troll mode ON

            Hai ragione Bracco, ci sono cose che sono innate nel DNA.

            Ad esempio, quando incontro un cacciatore, provo un ancestrale ed irrefrenabile impulso, probabilmente inscritto nel mio codice generico, a MANDARLO A FANCULO all’istante, con il malcelato desiderio che si spari per sbaglio in mezzo alle palle.

            Io non odio i cacciatori, ovviamente, ma la stupidità e inutilità di ciò che fanno quella si, tollero a malapena il tiro al piattello!

            Se poi pagano tante tasse, ancora meglio, così magari il DNA gli si ammorbidisce un poco, anche i fumatori o gli automobilisti pagano tante tasse, eppure mica gridano vendetta per il torto subito!

            E’ una attività abominevole, tollerata e regolamentata, ma assolutamente DISINCENTIVATA, come è giusto che sia.

            — Troll mode OFF

          2. Caro Bracco, probabilmente non conosci nemmeno le proposte sulla riforma della legge sulla caccia. Oggi non è vietata, il Governo propone di togliere diversi limiti importanti.

            C’è gente che ha la passione della moto, ma non è permesso andare ai 200 km/h nelle strade.

            Il senso è questo, purtroppo alcuni cacciatori (per fortuna non tutti) ritengono che le regole non debbano limitare l’azione dell’uomo. Ma quando avrete sparato a tutto quello che si muove, oltre alla fauna avrete distrutto la vostra stessa passione.

          3. Bracco,
            a me i cacciatori mi stanno un pò sugli sebedei per come trattano i cani, per come li addestrano. Se non sono bravi spesso accade che vengono abbandonati, giusto?

            so che sono censurabile per quello che sto per dire, ma siccome è un sentimento che provo mi permetto di scriverlo.
            Quando vi sparate fra di voi cacciatori, mi state più simpatici. State più attenti, quando vi muovete dietro ai cespugli, non sempre dietro ad un grilletto c’è un genio.
            Anzi, quasi mai.

      1. Caro Ronchi, Fantrucchi,Gianfranco,io non difendo i cacciatori perche’ e’ chiaro che in qualsiasi settore, di gentantaglia, l’italia e’ piena……………… Io, difendo lo schiramento politico,perche’ in essa e’ compresa la dignita’ di ogni singolo cacciatore.Bravo Gianfranco per cio’ che scrive ,(anche se dietro un cespuglio un giorno potrebbe trovarsi proprio lui,e non si sa mai una bella schioppettata nelle palle!! Cosi’ la smette di dire pagliacciate!!!!)e sinceramente mi sforzo ancora di capire in quale modo voi interpetrate il mondo venatorio.

      2. E poi Ronchi,se dici che si potra’ sparare a tutto cio’ che si muove,sei tu che delle modifiche alla 157\92 non hai capito niente,ma proprio niente… Informati,e se proprio non riesci ti allego una bozza della relazione del SEN.ORSI cosi’ potrai renderti conto un po’ di quel che dici… E poi e’ normale che c’e’ cattiva propaganda,grazie a voi che sparate stronzate alla gente ,e cosi’ facendo auspicate alla cattiva informazione,inesatta e ridicola.

          1. E allora Ronchi ti sembra giusto che se un cacciatore viene preso in un qualsiasi luogo di caccia,con un richiamo elettromagnetico debba essere denunciato e perseguito penalmente?Dai non dirmi che sei favorevole…
            Il testo ORSI ci dice che questa infrazione puo’ essere sanzionata con una ammenda amministrativa.(DEPENALIZZAZIONE DEI REATI VENATORI)
            Invece Dalla Seta dice no, lui e’ contrario ed e’ favorevole nel rovinare la gente. Ti sembra giusto?
            Sappi che un cacciatore agli occhi della legge ,per prendere il porto d’armi deve essere incensurato,e in piu’come persona fisica,essere di ottima condotta morale.

          2. Le multe creano una distinzione tra chi può pagarle senza problemi e chi invece ha problemi economici. Ti sembra giusto che una persona benestante possa fregarsene delle regole, perché tanto al limite si becca una multa?

            Non è che si prende un richiamo per sbaglio, bisogna esserne consapevoli. Non è come sbagliarsi nel parcheggio. Sono strumenti vietati e come tali non devono essere utilizzati, punto.

  6. Caro BrOcco,
    Trovo sempre disgustoso l’atteggiamento di chi ha come unico argomento sparare sentenze del tipo “Sei un ignorante, non hai capito nulla della legge xxx, informati, etc.etc.”.

    Se hai qualcosa da dire, puoi dirlo e basta, ancora meglio se riesci a sottolineare come affermazioni fatte non rispondano al vero.

    Dato che sulla legge di Franco Orsi (che anche io trovo abominevole, l’ho citata nel mio blog vergognandomi per lui) se ne dicono di tutti i colori, forse qualche informazione non vera è sfuggita:

    http://mizcesena.blogspot.com/2009/02/caccia-grossa-in-commissione-ambiente.html

    Pertanto, invece di sollecitare la pazienza dei tuoi ascoltatori, analizza quanto abbiamo scritto e mostra dove sono gli errori su quanto riportato, il tuo messaggio ne risulterà certamente rafforzato.

    Ci mancherebbe che non ci siano anche cacciatori onesti che fanno di questo il loro hobby, ma ce ne sono altrettanti che non hanno idea di cosa sia il concetto di proprietà privata, di rispetto delle specie protette, di prelievo venatorio con un occhio alla sostenibilità di quanto stanno faciendo. In poche parole, ci sono tanti co***ni che pensano solo a difendere il proprio privilegio in barba alle norme.

    Le leggi devono pensare al “caso medio”, così come le leggi sulla strada debbono prendere in considerazione “il guidatore medio”, che si sa non essere mai una gran cima.

    Quindi, cerca caro brOcco di illuminarci con discorsi seri e davvero informativi, se non ci riesci per favore vai a cacciare le allodole da un altra parte.

    1. Se vuoi scrivere a me,sono Bracco e non Brocco, oK PAOLO? Fai la persona seria.Oltre il senso ti manca anche la serieta’?
      Per quanto riguarda la tua pazienza tienila a freno ,perche’ anche se tu la perdessi ,io non saprei come aiutarti.

  7. Allora, vediamo di ragionare.
    Da una parte c’è una legge vista come vessatoria da chi professa una attività che ama. Dall’altra c’è una liberalizzazione viziata fin dall’origine da un rapporto ambiguo (quello del Sen.Orsi) che se non sbaglio è anche egli un cacciatore, quindi in pieno odore di favoreggiamento e abuso in interessi privati. Come se ne esce ?
    Io ritengo che essere vessatori e regolare con multe esagerate sia sempre contro-producente. Non so se avere richiami elettromagnetici sia lecito oppure no, se non lo è mi immagino che, in virtù della palese futilità del danno causato dall’aggeggio in se, non serva essere troppo duri, ma ammetto di non conoscere il problema.
    Il fatto però è che la normativa è vastissima, e non si può fare di tutt’erba un fascio ribaltandola completamente (in senso permissivo) solo perchè certe singole norme sono vessatorie. Occorre cambiare quelle! Credo sia una cosa civile.
    La mia impressione è però un altra, c’è gente (come i cacciatori) che deontologicamente badano al proprio piacere privato, e se ne fregano in toto se ciò che fanno arreca danno a cose, persone, animali, desiderano farlo e basta. Così come chi desidera inquinare inquina, e chi desidera comprarsi un SUV che consuma come una betoniera lo fa.

    A questa gente occorre mettere dei limiti, perché si tratta di attività non vitali e indispensabili, se ci sono leggi occorre quindi rispettarle, cercando di tutelarsi verso il caso peggiore, cioè l’incensurato che fa il patacca con in mano un arma potenzialmente micidiale.

    Le norme sulla caccia dovrebbero farle gli ambientalisti, non i cacciatori, così come le norme per l’edilizia dovrebbero farle gli ingegneri edili, non i palazzinari. Altrimenti le leggi servono solo per mantenere dei privilegi e non per gestire il bene pubblico.

    1. Se la legge sula caccia fosse regolamentata dagli ambientalisti,potremmo allora dire addio alla caccia. tra l’altro non sono i cacciatori che fanno le leggi ,ma e’ lo stato.Purtroppo
      io sono uno che non credo ne allo stato, e ne agli statalisti(comunisti).Guarda caso chi c’era al governo quando fu varata la 157\92 …la sinistra,con il sostegno forzato di PECORARO SCANIO quello si che e’ un finocchio, e non coloro che fanno solo battute “ironiche” …..mio caro Ronchi

      1. ah, ecco, adesso Bracco si è manifestato.
        I comunisti, ecco, chi sono i suoi nemici. I comunisti e i finocchi.

        Io non so come te la cavi a sparare le tue cartucce, di certo a sparar cazzate sei un cecchino.

        1. HAI CAPITO BENE BRAVISSIMO…. Poi per quanto riguarda sparare agli animali mi dicono gli amici della squadra che faccio invidia,tu pensa solo quest’anno ho tirato giu’ 30 coppie di germani reali maschi e femmine,e un’infinita’ tra fischioni e alzavole….AH! AH! AH!

  8. Ahhh, ho capito adesso chi sei Bracco… un berlusconiano che crede di essere di destra solo perché ha sentito nominare una parola che non comprende e che usa sempre: COMUNISTA … !!!!

    Ho proprio scritto oggi a proposito di questi strani personaggi:
    http://www.ilpassatore.it/2009/05/12/e-se-ti-danno-del-comunista/

    Ma la descrizione che ti veste meglio è sicuramente questa:
    http://ilblogdilameduck.blogspot.com/2009/05/cori-di-pappagalli-ultras-cappella.html

  9. Personalmente non ho bisogno di padroni… Voi comunisti dovete alzarvi la mattina, e dare il “BUONGIORNO” a chi e’ sopra di voi. Senza offendere la classe operaia,ogni riferimento e’ puramente casuale.
    Ma spiacente,io non la penso cosi’e una questine di mentalita’.
    Ogni uomo sulla faccia della terra e’ artefice e consapevole delle sue stesse azioni.Dio ha creato l’uomo con una funzione in piu’ degli animali,essa e’ la ragione. Per questo bisogna sfruttare al meglio tutte le potenzialita’, mentali, cui tutti noi, possediamo.Pero’ c’e’ chi non la pensa cosi’,c’e’ chi crede che siamo tutti “uguali”,follia pura follia. Ho lavorato anch’io per 6 anni a Parma ,mi sono sacrificato come una bestia,oggi possiedo una catena di autolavaggi,grazie alla mia voglia di fare ,all’ottimismo, proprio cosi’ l’ottimismo quel che manca ai miei coetanei, i giovani di oggi,che cercano un posto di lavoro fisso,per accontantarsi di un misero stipendio!!.Anche questo ad esempio, e’uno dei motivi che fa accrescere rabbia e sgomento a Berlusconi,accorgendosi che in giro c’e’per la stragande, una poverta’ mentale che fa paura.Perche il comunismo(ormai quasi scomparso)e’ l’impoverimento della popolazione.

    1. Caro Bracco, io non sono comunista, ma il tuo messaggio è splendido.

      E’ un manifesto che dimostra che il nostro lavoro è necessario a tutti i livelli. Che c’è un aspetto culturale difficile da superare.

      Il riferimento inutile a Dio, alla presunta superiorità degli uomini sugli altri animali, alle gare a chi ne uccide di più e via dicendo sono vere e proprie perle.

      Con un solo messaggio non hai solo fatto un passo indietro rispetto a Darwin, ma anche rispetto a Linneo, che li metteva come una specie del ramo dei Primati (nel 1700). Sono passati 3 secoli, da allora.

      Chi, come te, fa differenza tra uomo ed animali non sulle caratteristiche fisiche ma sulla classificazione semantica, dicendo che l’uomo non è uno degli animali, lo fa per liberarsi la coscienza quando li sfrutta per i propri comodi.

      Non sto nemmeno a sforzarmi di spiegarti dove sbagli. Sei la dimostrazione che nemmeno gli uomini sono tutti uguali.

      Quello che devi sforzarti di capire è proprio questo, anche se non siamo tutti uguali dobbiamo rispettarci e possibilmente convivere.

    1. Tu devi dire a me che ho bisogno di neuroni… AH! AH! AH!
      Il sottoscritto si alza la mattina e fa campare ben 18 famiglie,(i miei operai) caro Paolo… Puo’ mai un uomo senza neuroni come dici tu,portare avanti una baraonda del genere? E Paolo Paolo,oltre al senso e la serieta’, il tuo sarcasmo risulta una gran figura di merda!!!

  10. Oltre il senso e la serieta’,noto che anche il senso dell’umorismo ,da parte tua e’ scarso… Le tue battute ti fanno fare una grande figura di merda.
    Al contrario di Ronchi(ai quali porgo le mie scuse per la prima mail) cui pur essendo su due linee politiche,e modi di pensare diversi,mantiene una correttezza rara.
    Il sottoscritto,caro Paolo, ho ben 18 famiglie sulle spalle,(tutti i miei operai) quindi mi chiedo se uno senza neuroni puo’ arrivare a tanto ,e ho solo 29 anni.
    Sarei curioso di sapere tu cosa fai per la societa’,a cosa servi…
    Secondo me il tuo limite e’ scrivere quattro righe ,da cio’che scrivi,un buon intenditore,carpisce anche chi si nasconde dietro un PC.

    1. ahhh, allora anche tu ti inkazzi un po quando vieni provocato, ma bravo!
      Io sono un ingegnere informatico, probabilmente se la crisi arriva sul serio sarò inutile sia io che programmo software sia tu che lavi le macchine. L’unica differenza fra me e te è che io posso anche andare a lavare le macchine, tu non puoi andare a scrivere software. Tutto quì, siamo entrambi nella stessa barca e ci tocca remare per sopravvivere. Se poi credi che dare lavoro significa essere più intelligenti e superiori, beh, tanto di cappello, hai appena dato del coglione inferiore ai tuoi cari 18 dipendenti.

  11. Io non riesco a capire perchè per molti imprenditori Italiani un giovane che cerca un lavoro fisso sia un fannullone e un co…ne.
    Prima scherzando dicevo che eri coraggioso a scrivere qui Bracco ma ora basta renderti ridicolo, il gioco è bello quando corto.

    1. Fantrucchi ma ridicolo perche’? Forse sono troppo avanti con idee futuristiche imprenditoriali? Allora ragazzi non e’ colpa mia l’ho gia detto e questione di mentalita’… E poi tra l’altro nessuno ha detto che un giovane che cerca un posto fisso e un c……e.
      Sara’ che su questo blog sono unico e solo a portare avanti la mia tesi,pero’ non ne facciamo un monologo,non facciamo come i tipici programmi da RaiTre (ballaro’)o rai due (annozero) che inventano, pur di sminuire chi per la societa’ fa tanto …ma proprio tanto.

  12. Che sei l’unico a portare avanti la tua tesi questo è sicuro dato che è la tua.
    Comunque non fai più ridere, all’inizio pensavo fossi veramente un cacciatore ma ora mi rendo conto che sei solo un troll, e spari cavolate stile novella 2000.
    Addio.

    1. ADDIO A VOI LO DICO IO ,NON SO COSA SIGNIFICHI TROLL ,MA NELLA MIA LINGUA POSSO DIRTI “VAFAMMOCCH A KITEMURT” RIMANETE NELLE VOSTRE TANE, PERCHE’ TANTO,DI PIU’, NON POTETE PERMETTERVELO. FANATICI

    2. Fantrucchi,
      dammi retta, non vale la pena di sforzarsi in una discussione seria con personaggi come il simpatico pier bracco.
      Lui non è coraggioso, lui è provocatorio e per questo non bisogna scendere a quei livelli. Si farebbe brutta figura in due.
      Se invece la sua non fosse una provocazione, ma il prodotto intellettuale che può offrire, beh, anche in quel caso la vedo dura poter spiegare qualsiasi cosa.

      La discussione se vuole mantenersi, è bene che rimanga In Topic e cioè che si riferisca ai cacciatori. Sul fatto che uno oltre che cacciatore sia anche un lavamacchine direi che non interessa nessuno.

      1. Un lavamacchine che fa mangiare tante famiglie pero’…
        Cosa sarete mai per la societa’… Solo persone anzi numeri, che non sapendo rispordere offendono,senza rendersi conto di fare solo brutte figure.

        1. Rispondere a che ?
          Forse essere un lavamacchine ti fa automaticamente persona dotata di intelligenza superiore ?
          Non sapresti mantenere un contraddittorio nemmeno contro un lavavetri, altro che lavamacchine.

          Fare mangiare famiglie non è un salvacondotto per sembrare furbo, così come prendere tanti voti non è un salvacondotto per rendersi immune dalla verità.

          1. Secondo me ,tu sei una persona talmente inutile, cui non avendo niente da dire,spara stronzate a suon di mail.
            Sarai sicuramente uno “scalda-sedie” ,che fa le sue 8 miserabili ore di lavoro, e che come ho gia’ detto e ribadisco si nasconde dietro un PC ,per evitare quel che e’ il mondo fuori. Questo sempre se hai un lavoro…
            O meglio se qualcuno ha avuto il coraggio di assumerti
            AH! AH! AH!
            …A dimenticavo “il lavamacchine” puo’dar da mangiare anche a te (con tutta la tua settima generazione)se un giorno perderai il lavoro. CIAO CARO

  13. Per essere un troll, bracco è davvero un bravo troll.
    Non è da tutti fare arrivare fino al 50-esimo messaggio solo sparando cazzate micidiali a raffica come ha fatto lui ;o)

    “chi per la sociatà fa tanto… ma proprio tanto” ahahAHAHAHAHahaaHAAHAHAHAHAHAahahaHAAHHAAHAH

    ROTFL!!! (dai bracco, lo so che non sai cosa vuol dire, non fa niente, peggio di un troll c’è solo una persona che si crede normale e fa il troll senza nemmeno saperlo) AHAHAhaahahaAHAAHahahah

  14. Non dovreste mai discutere con un imbecille. Prima vi abbassa al suo livello e poi vi batte con l’esperienza.
    E’ questa una massima che si attaglia perfettamente a questo lungo battibecco.
    saluti

        1. Pier Bracco,
          visto che hai parlato (scritto) nella tua lingua, ti rispondo utilizzando il mio dialetto: “a tè, lè piò fàzil mèttar in t’al cùl, ch’in tèsta”.

          Ah, ti ringrazio di esistere. Perchè leggerti mi fa aumentare l’autostima e tutto questo gratuitamente. E perchè io che non ho mai lavato la macchina non saprei come fare senza quelli come te.
          Se mi capita ti do anche la mancia.

          1. Caro Gianfranco “il regalo” la dai a tua sorella,o se vuoi posso darglielo io………….Si sente che sei un comunista pezzente e morto di fame. Poi io non possiedo 1 solo autolavaggio,ma bensi’ 6 point service ,quindi non ho bisogno di niente e di nessuno ,hai capito fallito SCALDA SEDIE? Ora capisco perche’ i verdi sono fuori dalla legislatura Italiana… DEVE D E S I S T E R E tu e i tuoi amici,

            P O L E N T U N!!!

  15. Ciao Paolo, scusate se uso questo spazio completamente OT ma tanto ormai in questo post….
    volevo dirti che ti ho mandato una mail, spero ti sia arrivata.
    Scusate ancora tutti quanti fine OT

  16. Quà già da tempo l’off-topic è imperante, diciamo che è una piccola valvola di sfogo. La serietà la terremo altrove in occasioni più consone, non certo per celebrare i salvatori di 18 (diconsi diciotto!) famiglie.

  17. @Bracco:
    Caro Gianfranco “il regalo” la dai a tua sorella,o se vuoi posso darglielo io………….Si sente che sei un comunista pezzente e morto di fame. Poi io non possiedo 1 solo autolavaggio,ma bensi’ 6 point service ,quindi non ho bisogno di niente e di nessuno ,hai capito fallito SCALDA SEDIE? …
    P O L E N T U N!!!

    Beh, ma come sei livido, il mio caro Pier Bracco?
    La mia sorella? Il comunista pezzente? Scalda sedie? Polentun? Fallito?

    Maddai, ma non crederai di offendermi con questi colpi a salve?
    Sai sparare patacate più efficaci, dai.
    Mi offenderei se tu mi dessi del “Terùn”, ma darmi del polentone, come darmi dello “sporco bianco”.
    Va a lavurà, valà, al mì “Sciur padrun da li béli braghi bianchi”.
    (complimenti, sai scrivere la parola “point” correttamente).

    1. Ma non lo trovi un po degradante lavare le macchine altrui in un autolavaggio ? Con tutto quel sapone, quel grasso, i clienti che hanno fretta…. oppure fai finta di essere il proprietario e quindi non fai nemmeno quello ?

      1. Sempre meglio di scaldare le sedie caro VIP dei miei stivali… Sembra, comunque che non avete il coraggio di dirmi di cosa vi occupate nella vostra oziosa vita.Forse risulta vero
        che siete capaci di far campare a malapena voi stessi!!! Poveri illusi vi immagino come il popolo RUSSO…………………
        AAAAAAAAAHHHHHHH !!!!!

    2. Torno nel ripetermi che sono Bracco, senza parole aggiuntive.
      Come godo al solo sentirvi rispondere, perche’ siete frutto di un complotto privo di esperienze,cui rispondono alla prima provocazione.Non vi accorgete neanche che vi uso come zimbelli.Quindi vorrei dire: Avete scritto di me che l’informatica non fa per me, che sono un lavamacchine, ecc.
      E VOI? Che bel carattere ,che uomini…….Mi diverto a tirarvi i fili proprio come dei burattini. Il teatrino che ho montato ,fa si che voi veniate derisi da tutto il popolo dei cacciatori sul web.
      AVETE CAPITO IN CHE TIPO DI TRAPPOLA VI HO TRASCINATI?
      Siete due volte incapaci,perche’ qualcuno del vostro rango ci era arrivato dicendovi di non parlare e non scrivere,perche’ ci sarei venuto su’con le mie esperienze… (DETTO DA VOI …E).
      Siete e ribadisco ,poveri mentalmente da poter abboccare come cefali AH AH AH AH AH AH !!!!!!!!!

      1. @braccobaldo:
        …”AVETE CAPITO IN CHE TIPO DI TRAPPOLA VI HO TRASCINATI?”….

        Confesso, Pier, che a me mi hai davvero fregato.
        Davvero non mi ero accorto che – dismessi i panni del cacciatore – ti eri cammuffato in quelli di una scaltra volpe.
        Ci hai davvero presi in giro per bene, davvero.
        Pensa che io credevo che tu fossi realmente un fesso, invece facevi solo finta.
        Sei stato diabolico. Hai simulato benissimo.

  18. Ma da dove è uscito questo fenomeno da baraccone ?
    Mi sta quasi risultando simpatico ;oP
    Sembra uscito dal cast di “paura e delirio a Las Vegas”
    Bravo braccone!

    1. Ehila’ ma guarda un po’ adesso c’e’ la simpatia (al contrario) come mai? Forse non siete pronti a ricevere mail dagli 800 mila cacciatori ,pronti A DIVORARVI.Mi basta solo che io dica loro dove possono scrivervi. SE mi verra’ in mente di farlo, non vorrei mai essere in voi.
      Ora vi lascio ,vado a seguire il lavoro,IO. Al contrario di chi a quest’ora scalda le sedie… AH AH AH!!

      1. Non ti preoccupare, potrei filtrarli. Lascia stare le minacce, non servono.

        Siccome c’è gente che lavora sul serio, vi chiedo la cortesia di chiuderla qui, ci siamo divertiti ma non serve a nulla, mi pare che le due parti siano talmente distanti da non rischiare nemmeno di contaminarsi a vicenda.

        1. Ronchi io non ho minacciato nessuno. I tuoi benamini,potevano evitare di comunicare offendendomi, lo dimostra il fatto delle mie scuse per aver fatto una brutta entrata alla prima mail. Poi abbiamo scritto di caccia, e poi ancora toni offensivi.Richiama gli scalda sedia e di loro di essere piu’ educati!

        2. RONCHI ascoltami bene, so’ (credo) che almeno tu sai tener testa a qualsivoglia dibattito,evitandone le offese.
          Su argomentazioni di caccia ,ovvero le modifiche alla 157\92, se vuoi, possiamo revisionare il tutto punto per punto.E magari perche’ no potremo trovare sintonie reciproche su alcuni punti.
          Per quanto riguarda tutte le utenze che scrivono senza sapere cosa cavolo combinano, Posso dire a te che devono imparare a convivere con gli ideali di tutti, perche’ uno come me li divora, li gira e rigira come e quando lui vuole. Ne ho dato atto e dimostrazione. E non diciamo di no,solo per orgoglio.

          1. Ma dico, secondo te, Alessandro Ronchi è quì per bacchettare i bambini cattivi e dare il biscottino a bambini buoni come te ?
            Fossi in Alessandro continuerei a sentirmi un po offeso dalle tue invettive, tanto più se provengono da coloro che l’unica cosa che riescono a girare e rigirare sono le salsicce (sempre che qualcuno gli spieghi come funziona il forchettone).

          2. Caro Bracco, sinceramente dubito che esista qualche possibilità per noi di avere “sintonie su alcuni punti.”

            Mi fai tenerezza da un lato e mi ricarichi dall’altro: sei, come ho già detto, la prova di quanto serva il nostro lavoro, a tutti i livelli.

            Forse è come per le Api: solo quando si è rischiato di perderle si è capita l’importanza del loro lavoro.

            Oggi è lo stesso per l’ecologia nel nostro Paese.

            Tu devi imparare a rispettare le idee degli altri, ma per rispettarle bisogna riuscire a comprenderle.

            Se pensi di aver dimostrato la tua intelligenza, sono contento per te. Evidentemente siamo tutti contenti, ognuno nelle proprie posizioni. Tutti pensano di essere più furbi degli altri, a questo Mondo.

            Chiedo però a tutti, cortesemente, di smettere di perdere tempo su questo thread. E’ la mia risposta definitiva.

            Perché io ho già segnalato una analisi molto precisa sul decreto Orsi e nessuno è entrato nell’argomento, e tutto questo è profondamente inutile.

      2. 800 mila mail?
        Chi? I cacciatori?
        Forse, se si fanno aiutare dai loro cani, può darsi, ma da soli, è già molto se riescono a riconoscere una tastiera da una fisarmonica.

  19. “You are so far beyond being able to understand anything anyone here says that this is just converging on uselessness. The really sad part is that you really believe that you’re winning. You are a shocking waste of natural resources – kindly re-integrate yourself into the food-chain…you mindless flatulent troll.” (dal lontano 1990)
    Con questa cancello l’iscrizione dal thread, che mi auguro sia giunto al suo termine.

  20. chiudo anch’io.
    Ma peccato, perchè avevo fatto un investimento in bibite e patatine e pensavo di passare qui il fine settimana, divertendomi un pò.

  21. I soliti affetti da menomazioni celebrali. Ma come vi salta in quella mente a forma di pube!! SIAMO IN ITALIAAAAAA!!! PARLATE ITALIANO (Se siete di questa terra)
    O sarete forse figli delle colonie Russe! AH AH AH AH AHA AHA AH

  22. In effetti, abbiamo provato anche noi l’ebbrezza di essere stati un po cacciatori, nello sparare a zero a quel povero cristo di un bracco.

    Dai, chiudiamola quì tutti quanti con tanti saluti.

    Zdravei, Dasvidania, Aufidersen, Orevuar, Goodbay, … AT SALUT!

    1. Tu non hai sparato a zero proprio nessuno… Credimi,dialogare con i comunisti e’ come un po’ ritornare allo stato brado..
      Caro Marani,saluto te , e tutti i falliti come te,ci risentiamo quando modificheranno la legge 157\92.(A BREVE)Cosi’ mi divertiro’ a tirarvi i fili ,miei burattini, senza onore ne dignita’.

      POLENTUN SENZA MARUN!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *