Chi ha votato a favore della direttiva europea sulla vivisezione

Ne avevo parlato qualche settimana fa. All’inizio sembrava una revisione tutto sommato positiva, ma tra le varie bozze il testo è andato peggiorando, il tutto senza la minima copertura mediatica (almeno prima della votazione) e tecnica (per sapere cosa stavano votando).

Chi però si arrabbia nei confronti dell’intero Parlamento Europeo dovrebbe dirigere la sua indignazione nei confronti dei gruppi che hanno votato a favore di questo testo, e non si è opposto come hanno fatto i Verdi Europei (anche per questo serve votarli).

Questo è l’elenco dei parlamentari italiani favorevoli alla nuova legge, provenienti da PdL, PD, UDC, Idv, Lega Nord, preso dal Forum Come Don Chisciotte.

1 – Gabriele ALBERTINI ( PPE – PdL)
2 – Magdi Cristiano ALLAM ( PPE – Io Amo l’Italia)
3 – Roberta ANGELILLI ( PPE – PdL)
4 – Antonello ANTINORO ( PPE – UDC)
5 – Alfredo ANTONIOZZI ( PPE – PdL)
6 – Pino ARLACCHI ( ALDE/ADLE – IdV)
7 – Raffaele BALDASSARRE ( PPE – PdL)
8 – Paolo BARTOLOZZI ( PPE – PdL)
9 – Sergio BERLATO ( PPE – PdL)
10 – Luigi BERLINGUER ( S&D – PD)
11 – Mara BIZZOTTO ( EFD – Lega Nord)
12 – Vito BONSIGNORE ( PPE – PdL)
13 – Mario BORGHEZIO ( EFD – Lega Nord)
14 – Antonio CANCIAN ( PPE – PdL)
15 – Carlo CASINI ( PPE – UDC)
16 – Sergio Gaetano COFFERATI ( S&D – PD)
17 – Giovanni COLLINO ( PPE – PdL)
18 – Lara COMI ( PPE – PdL)
19 – Paolo DE CASTRO ( S&D – PD)
20 – Luigi Ciriaco DE MITA ( PPE – UDC)
21 – Herbert DORFMANN (PPE – SVP)
22 – Carlo FIDANZA ( PPE – PdL)
23 – Lorenzo FONTANA ( EFD – Lega Nord)
24 – Elisabetta GARDINI ( PPE – PdL)
25 – Roberto GUALTIERI ( S&D – PD)
26 – Salvatore IACOLINO ( PPE – PdL)
27 – Vincenzo IOVINE ( ALDE/ADLE – IdV)
28 – Giovanni LA VIA ( PPE – PdL)
29 – Clemente MASTELLA ( PPE – UDE)
30 – Barbara MATERA ( PPE – PdL)
31 – Mario MAURO ( PPE – PdL)
32 – Erminia MAZZONI ( PPE – PdL)
33 – Claudio MORGANTI ( EFD – Lega Nord)
34 – Alfredo PALLONE ( PPE – PdL)
35 – Pier Antonio PANZERI ( S&D – PD)
36 – Aldo PATRICIELLO ( PPE – PdL)
37 – Mario PIRILLO ( S&D – PD)
38 – Gianni PITTELLA ( S&D – PD)
39 – Vittorio PRODI ( S&D – PD)
40 – Fiorello PROVERA ( EFD – Lega Nord)
41 – Licia RONZULLI ( PPE – PdL)
42 – Oreste ROSSI ( EFD – Lega Nord)
43 – Potito SALATTO ( PPE – PdL)
44 – Matteo SALVINI ( EFD – Lega Nord)
45 – Amalia SARTORI ( PPE – PdL)
46 – David-Maria SASSOLI ( S&D – PD)
47 – Giancarlo SCOTTÀ ( EFD – Lega Nord)
48 – Marco SCURRIA ( PPE – PdL)
49 – Sergio Paolo Francesco SILVESTRIS ( PPE – PdL)
50 – Francesco Enrico SPERONI ( EFD – Lega Nord)
51 – Salvatore TATARELLA ( PPE – PdL)
52 – Iva ZANICCHI ( PPE – PdL)

Se ce lo ricordassimo, alle prossime elezioni, magari potremmo evitare di ripetere l’errore.

15 risposte a “Chi ha votato a favore della direttiva europea sulla vivisezione”

  1. Senza voler offendere nessuno, voglio fare una semplice domanda.
    Forse stupida, forse no.

    Ho saputo che ci sarà una protesta a Roma il 25 o 26 contro questo testo.
    A cosa potrebbe servire? è stata votata in parlamento europeo, da gente eletta da noi dove ancora c’erano le preferenze.
    Sicuramente la manifestazione di protesta o sarà completamente insabbiata dai tg oppure ad ogni modo la gente che sarà lì verrà etichettata come animalista.
    Se succedono dei casini, la colpa sarà degli animalisti (non lo dirò io).
    Voglio capire se può essere utile e se sì come…

    1. Le direttive devono essere applicate dai Governi nazionali. Noi per fortuna abbiamo una legge molto migliore di quella, attualmente, ed il tentativo dovrebbe essere quello di mantenere un testo restrittivo.

      Come ogni protesta, servirà se avrà un minimo di visibilità. Se escludiamo a priori ogni tentativo per paura che venga insabbiato, si fa il gioco di chi insabbia, non credi?

  2. Sono pienamente d’accordo alla protesta…. ma scusa la domanda “ignorante” che ti pongo, come hai avuto i nomi? Le votazioni non sono segrete da privacy?

    1. No, le votazioni sono pubbliche. A volte i regolamenti prevedono votazioni a scrutinio segreto, ma si tratta di casi eccezionali.

  3. e doppiamo pure pagare questi farabutti di parlamentari !!!! che schifo mi fanno a ogni uno li farei morire di fame e non solo….bastardi!!!!

  4. Cominciamo a fare informazione nelle scuole cose la vivisezione e insegnare come una volta Educazione civica …poi insegniamo cosa vuol dire fare politica in Italia e in Europa .
    Vediamo come cambiano le cose .

  5. bel esempio che danno poi in tv solo x accaparrarsi voti fanno i moralisti i buonisti che ribrezzo hanno forse idea ciò che.subiscono quelle bestiole a fin di bene come dicono loro x salvare vite umane che invece le cure si possono trovare senza arrecare.danno a nessuno basta volerlo

    1. In Italia il 29 marzo 2014 è entrato in vigore il nuovo Decreto Legislativo n. 26/2014 sulla sperimentazione animale.

      Sono stati introdotti numerosi punti migliorativi rispetto alla Direttiva europea, infatti non è più possibile:

      – allevare cani, gatti e primati da laboratorio e, quindi, tetre fabbriche di cuccioli come “Green Hill” non sono più legali nel nostro Paese
      – effettuare esperimenti su scimmie antropomorfe (scimpanzè, oranghi, gorilla, gibboni, bonobo)
      – effettuare esperimenti per la produzione e il controllo di materiale bellico
      – effettuare esercitazioni su animali per la didattica, ad eccezione dei corsi universitari per la medicina veterinaria e il divieto si applica anche in scuole primarie e secondarie
      – riutilizzare animali in esperimenti con livello di dolore grave a partire dal 1° gennaio 2017
      – ignorare le sanzioni, ora più efficaci, per chi viola le norme minime della legge
      – Inoltre, seppure solo dal 1° gennaio 2017 e previo riconoscimento di metodi alternativi, saranno vietati i test per droghe, alcool, tabacco e per trapianti di organi animali
      – Confermati i divieti di test su cani e gatti randagi e su animali resi afoni, altrimenti utilizzabili secondo la direttiva europea saranno finalmente promossi e adottati metodi alternativi/sostitutivi alla vivisezione poichè vi sarà un Fondo per il loro sviluppo, pari al 50 per cento del fondo di rotazione dello Stato di cui all’articolo 5 della legge 16 aprile 1987, n. 183.

      In Italia quindi siamo più avanti rispetto al resto dell’Europa, ma non è ancora una chiusura definitiva.

      Nel programma della Lista Insieme per le elezioni del 4 Marzo 2018 c’è un punto su questo aspetto che ritengo molto importante:

      Dare attuazione all’iniziativa dei cittadini “Stop Vivisection”, tramite una nuova norma che cambi la Direttiva 2010/63/EU, sostituendo l’utilizzo di animali con metodi alternativi e prevedendo fra l’altro lo sviluppo di strumenti di innovazione tecnologica nelle future legislazioni europee e finanziamenti associati ai soli metodi sostitutivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.