L’ISIS e Nimrud

L’intelligenza di una civiltà si misura anche e soprattutto in come tratta gli animali e l’ambiente, l’arte, la storia.

La distruzione e la violenza gratuita, inutile, sono una delle oscenità che non vorremmo mai vedere.
Ma sono anche indice di una profonda ed incomprensibile stupidità dell’uomo.

Ecco, guardando la demolizione del sito archeologico dell’antica città assira di Nimrud, o anche i vandalismi contro i monumenti di Roma, mi assale una gran tristezza.

Ancora più che per quello che abbiamo perso, mi rattrista pensare che siamo ancora così ignoranti.

Un giorno senza carne

Paul McCartney si fa promotore di questa iniziativa, per incentivare le persone a non mangiare carne il lunedì:

L’idea non è male. Molti vegetariani vorrebbero che tutti gli altri lo diventassero, ma il risultato reale che si ottiene cercando di convincere gli altri è molto scarso, perché necessita di un cambiamento radicale delle abitudini di vita delle persone.
Ad oggi gli italiani vegetariani sono il 7% della popolazione.

Se una percentuale maggiore di persone mangiassero semplicemente meno carne di quella che consumano attualmente, invertendo la tendenza all’aumento, il consumo complessivo si ridurrebbe in maniera più veloce. Avere la metà delle persone che consuma la metà della carne, ad esempio, permetterebbe un rispamio del 25% dei consumi.

Non c’è bisogno di mangiarne tutti i giorni, tutto qui il messaggio.

Un’altra considerazione da fare è che non tutta la carne è uguale, dal punto di vista etico e da quello energetico/ecologista.
Solo guardando al consumo idrico, si capisce che un kg di manzo non è uguale ad un kg di pollo:

manzo 15’400 litri per kg
pecora 10’400 litri per kg
maiale 5990 litri per kg
capra 5520 litri per kg
pollo 4330 litri per kg

Sarebbe interessante anche conoscere il consumo idrico di un kg di McCartney, a tal proposito.

Come fare per ritrovare il proprio cane

Ovviamente il primo consiglio in assoluto è quello di far applicare il microchip: in caso si smarrimento chi ritroverà il vostro cane potrà riconsegnarvelo.

Oltre a questo, vi consiglio di seguire queste indicazioni, nel caso sia stato perso un po’ lontano da casa:

1) I/il proprietario/i del cane dovrebbero prendere un capo di abbigliamento che è stato indossato almeno un giorno intero (più a lungo meglio è), in modo che il cane possa percepirvi il vostro odore.

2) Portate il capo di abbigliamento nel posto nel quale il cane è stato visto per l’ultima volta e lasciatelo lì. Se il cane ha un gioco o una cuccia (stile cesta) mettete pure questi oggetti.

3) Lasciate una nota ben visibile che spieghi perché sono stati lasciati in quel punto gli oggetti, in modo che nessuno li rimuova pensandoli abbandonati.

4) Lasciate anche una ciotola d’acqua, dal momento che probabilmente il cane non ne ha accesso. Niente cibo, dal momento che attirerebbe altri animali che potrebbero spaventarlo o allontanarlo.

5) Tornate il giorno dopo, o controllate più spesso possibile.

Il cane se tutto va bene dovrebbe rimanere lì ad aspettarvi.