Internet. Cortiana: per una dichiarazione dei diritti della rete dell’ONU

“Con l’appello ‘Tunisi mon amour’, vogliamo costruire un grande movimento affinchè le Nazioni Unite avviino la costruzione di una carta dei diritti della rete, a partire dal World summit on information society, previsto a Tunisi a novembre”, ha dichiarato il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, delegato al Wsis dell’Onu per il Senato, nel corso della conferenza stampa tenutasi ieri presso la Fondazione Basso. “Sono quotidiane – ha proseguito l’esponente del ‘sole che ride’ – le lesioni di quelli che ormai sono diritti universali e come tali devono essere normati: dal diritto a scrivere e esprimere, anche attraverso internet, il proprio punto di vista al diritto di non essere spiati da grandi fratelli elettronici; dal diritto ad avere accesso alla rete e alla conoscenza al diritto di al sapere come benecomune. Quello che avviene tutti giorni, in Cina, a Cuba, in Tunisia, in cento altri paesi del globo è inaccettabile. La Carta dei diritti della rete è un obiettivo ambizioso, ma il fronte di chi sta costruendo questa battaglia, da Gianni Puglisi, della rappresentanza italiana all’Unesco al sindaco di Roma Walter Veltroni, e l’impegno ottenuto dal Governo italiano, ci da grande speranza.” “Coloro che sostengono questo appello – ha concluso il prof. Stefano Rodotà, primo firmatario ed estensore del documento – non sono nomi semplicemente autorevoli, ma sono persone che stanno costruendo questo futuro di liberta’: come Gilberto Gil, ministro della cultura brasiliana, che ha portato il Brasile ad un esperimento interessantissimo nell’uso di software libero e di uso delle tecnologie per la partecipazione, o come Lawrence Lessig, il teorico delle creative commons, l’unico giurista citato dal Times nella selezione dei 100 intellettuali più
autorevoli del globo, o come Richard Stallman, il creatore del software libero.”

Per aderire all’appello potete scrivere direttamente a f.cortiana@senato.it, per vedere la lista dei personaggi più famosi che hanno aderito, potete leggere la prima pagina del sito web di Cortiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *