Sciopero per il Clima a Forlì

Oggi è stata una splendida giornata, che non dimenticherò mai. Almeno 3000 persone sono scese in piazza per chiedere politiche serie contro i cambiamenti climatici.
E’ un orgoglio personale l’aver partecipato all’organizzazione della manifestazione, ed averla vista crescere sopra ogni possibile aspettativa, ma il risultato è merito di ciascuno dei partecipanti, che ha deciso per una mattina di fare la cosa giusta invece di fregarsene ed andare avanti come al solito.

Nei prossimi giorni pubblicherò qualche foto. Vorrei però che guardaste e condivideste prima di tutto questo video (meglio se spuntate HD), che mostra tutto il corteo appena entrati in Corso della Repubblica. La nostra Città ha dato grande prova di sè.

#fridaysforfuture_forli #climateStrike

Fridays for Future a Forlì : terzo appuntamento Venerdì 1 Marzo in Piazza Saffi.

“Non c’è equità tra generazioni se i padri non pensano al futuro dei loro figli sfruttando senza freni risorse che non saranno in grado di trasmettere”.

 

Con queste parole il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha iniziato un suo recente discorso rilanciando l’allarme per lo stato dell’ambiente e per il riscaldamento climatico, citando Greta Thunberg, la ragazzina svedese che ha dato inizio ai FridaysForFuture.

A Forlì, Venerdì 1 Marzo ore 12:30, il gruppo locale del movimento si radunerà in Piazza Saffi lato corso della Repubblica per il terzo appuntamento consecutivo, in vista dello sciopero mondiale per il clima che si terrà tra due settimane in tutte le principali città del Mondo.

Studenti, genitori, ma anche nonni e lavoratori faranno un sit-in per ricordare che abbiamo poco tempo per invertire la rotta dei cambiamenti climatici e salvare i nostri territori dall’innalzamento del livello dei mari.

Occorre capire subito che anche piccole variazioni di temperatura media sono la causa di danni non solo per l’ambiente e l’estinzione delle specie animali, ma rappresentano anche una spesa sempre più insostenibile per la ricostruzione dopo uragani ed alluvioni.

I giovani impegnati alla mobilitazione chiedono alla politica una attenzione maggiore al nostro futuro, affinché si rispettino gli impegni presi a livello internazionale nel 2015 a Parigi per ridurre il surriscaldamento, ed attivando subito tutte le iniziative possibili che ci permettano di evitare il disastro.

Non abbiamo un pianeta B nel quale rifugiarci, se sbagliamo con questo.

FridaysForFuture Forlì