Rassegna stampa del Comune di Forlì in un unico file

Il Comune di Forlì pubblica quotidianamente la rassegna stampa contenente le notizie di Forlì provenienti dai quotidiani locali e nazionali. Trovo che il formato con il quale viene pubblicata su web sia abbastanza scomodo, dal momento che obbliga gli interessati ad aprire un file pdf per ogni articolo (o più d’uno, se diviso in più pagine). Nonostante la mia richiesta di qualche tempo fa di rendere disponibile anche un unico file che contenesse tutto, ancora questo strumento non è stato messo a disposizione. Così ho creato uno script che aggiorna quotidianamente la rassegna prendendola dal sito del Comune, la trasforma in un file unico e la pubblica qui a destra, mantenendo uno storico di una settimana.

Spero che qualcuno usi questo file al posto della rassegna stampata dal Comune, in questo modo si potrebbero evitare di stampare centinaia di pagine ogni giorno.

4 risposte a “Rassegna stampa del Comune di Forlì in un unico file”

  1. > Spero che qualcuno usi questo file al posto
    > della rassegna stampata dal Comune, in
    > questo modo si potrebbero evitare di
    > stampare centinaia di pagine ogni giorno.

    Su questa strada, immagino diventerai l’incubo del settore informativo comunale…:-)))

    A pensarci è veramente assurdo. Immagino migliaia di pagine di rassegna stampa fotocopiate quotidianamente per tutti. Gente che magari nemmeno la sfoglia, gente che la sfoglia leggendo solo i titoli, gente che ne legge bene solo un 10% (?) !!!

    Questa roba meriterebbe una mozione per l’esclusiva distribuzione elettronica, e chi è interessato al singolo articolo se lo stampi.

    Ciao, fabio

  2. Purtroppo hai ragione: mi pare che vengano stampate circa 200 copie al giorno, molte delle quali rimangono nelle buchette per finire direttamente nella carta da riciclo (quando va bene).
    Mettiamo anche che siano 150 copie:
    50 pagine x 150 = 7500 pagine!
    Se stampate in copisteria il costo di 7500 pagine è di 0.4 cent. facciamo che al Comune costi 0.2 centesimi a pagina: 150€ al giorno.
    Moltiplicato per 260 giorni (elimino sabato e domenica) = circa 40’000€!!!

    Non aggiungo il fatto che per alcuni degli utenti della rassegna esista anche una versione mattutina, senza filtri, delle prime pagine.

    E’ una spesa enorme, che potrebbe essere quasi azzerata senza compromettere il risultato (chi la vuole se la stampa a mano, sicuramente ne stamperà meno copie di quelle che gli vengono recapitate automaticamente).

  3. Lavoro nel servizio informatica del Comune di Forli’, per completezza di informazione comunico che: 1. le segnalazioni del Consigliere Ronchi sono sempre gradite perche’ sono caratterizzate sia da buon senso sia da competenza tecnica. 2. in modo particolare sono d’accordo sulla opportunita’ di ridurre la carta, cosa che abbiamo in parte gia’ fatto e continueremo a fare, abituando gradualmente i colleghi a rinunciare alla carta. Dobbiamo pero’ osservare che ne’ io ne’ altri abbiamo potere di imporre alle numerose persone che ricevono la rassegna stampa di rinunciare alla copia cartacea. 3. il software di gestione della rassegna stampa ha vari problemi, non solo quelli segnalati da Ronchi, pertanto abbiamo deciso di sostituirlo. Il 22-9 vedremo una demo di un nuovo software che contiamo di acquistare rapidamente colmando in questo modo le lacune del vecchio software.

  4. Infatti, mi scuso per non averlo precisato, il problema non è tecnico. Lo script che ho creato e che vedete funzionare nella barra di destra è un esempio della facilità con la quale si può ovviare al requisito tecnico.
    La disponibilità del settore informatica del Comune non è messa in discussione. Per esempio su mia richiesta è stato messo a disposizione uno scanner particolare che permette di copiare interi fascicoli in file pdf, che potrebbe ridurre le spese di spedizione (se venisse utilizzato da altri oltre che dal sottoscritto).

    Il problema è squisitamente politico: non c’è l’intenzione politica di obbligare chi ha la copia stampata ogni mattina a pagare i costi per averla (sicuramente si ridurrebbero le copie) oppure ad evitare del tutto la stampa completa (sostituendola con la stampa degli articoli di interesse.

    Il problema non è solamente ambientale, è anche pratico ed sopratutto economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *