Ho sonno e sto mangiando

Con le nuove tecnologie abbiamo reso così tanto facile scrivere, che quasi nessuno si prende più la briga di leggere e studiare le cose a fondo.

Si vedono così tante persone che condividono contenuti che non hanno verificato o letto, specialmente su Facebook, che forse una delle sfide più dure del futuro sarà proprio il riconoscimento dell’autorevolezza.

Oggi siamo in una fase di transizione, dove la scoperta dei social network con le loro semplici possibilità comunicative ci ha fatto perdere un po’ di vista lo scopo.

Un po’ come i blog e gli account twitter degli inizi, dove si trovavano molti più “sto mangiando” ed ho “sonno”, di quanti i contatti ed i “follower” potessero veramente assorbirne.

Forse è solo questione di tempo, quindi.

La licenza è importante

Riprendo qui una discussione nata grazie al contributo di Luca Sartoni, che sul suo blog parla dell’importanza di rispettare le licenze (in particolare Creative Commons).

Solo perché una cosa è pubblicata su internet non significa che la sua licenza non sia importante. Qualsiasi contenuto noi creiamo e pubblichiamo sul web è il frutto di un lavoro. Le regole della distribuzione di un lavoro d’ingegno sono date dall’autore (si parla, infatti, di diritto d’autore).

Le licenze creative commons servono per facilitare la comprensione dei temini legali con classificazioni semplici. Un lavoro CC Attribution-Sharealike, come i testi di questo blog, può essere distribuito e modificato gratuitamente, anche a livello commerciale, a patto che si indichi l’autore originario e si distribuisca ogni modifica con la stessa licenza.
E’ sulla base di questo semplice patto che si può lavorare in gruppo, grazie ai pezzi fatti da altri, e contribuire alla crescita dei contenuti liberamente utilizzabili su internet.

Giustificare la violazione della licenza con la semplicità dell’azione della copia è semplicemente folle, come lo è pensare che l’unico mezzo per proteggere i propri contenuti debba essere quello di non pubblicarli affatto.

Fa bene quindi Luca a ricordare l’importanza delle licenze.

Blogbabel si è rinnovato

blogbabel_si_rinnova La nuova versione di Blogbabel è migliore della precedente, almeno dal punto di vista grafico. I caratteri sono troppo grandi, per i miei gusti, ma la pagina delle discussioni è più funzionale e contiene più argomenti di quella precedente. Il sito pare più veloce di prima, e probabilmente nei prossimi mesi Liquida farà altri investimenti sul portale per rinnovare l’interesse degli utenti. Staremo a vedere.

IPTV

Oltre alla chiavetta che permetterà agli utenti sky di vedere i canali del digitale terrestre, compresi quelli che la RAI aveva ritirato dal satellite rifiutando 60 milioni di euro, vedo sul retro di Wired la pubblicità di un’altra alternativa: il decoder IPTV di Telecom che con 3 euro al mese dice di offrire Sky, Il digitale terrestre, i video on demand.