Sui centurioni al Colosseo

La battaglia contro i Centurioni al Colosseo è semplicemente sbagliata. Se l’obiettivo dell’amministrazione comunale fosse il decoro cittadino, ci sarebbero almeno una ventina di altre iniziative di priorità maggiore, come ad esempio l’eliminazione dei manifesti abusivi per le strade che hanno recentemente causato anche vittime.

I centurioni andrebbero regolarizzati ed al limite controllati affinché non diano fastidio ai turisti che non vogliono fare la foto pacchiana. Però se sono lì significa che alcuni turisti desiderosi di una foto pacchiana sono disposti a sganciare qualche euro. E quegli euro significano uno stupendio per il centurione e potrebbero portare un po’ di tasse per lo Stato.

Che male fanno? Rovinano l’immagine del monumento? E se qualche cittadino si presentasse al cospetto del Colosseo con vestiti non consoni al luogo? Dovremmo vietare ad esempio chi si veste con un costume da giullare di fianco ai monumenti?

Forlimpopoli: batbox per combattere le zanzare coi pipistrelli

Anche a Forlimpopoli hanno deciso di acquistare delle batbox per cercare di ospitare pipistrelli e sfruttarli nella lotta contro le zanzare.

I Pipistrelli, infatti, mangiano migliaia di zanzare ogni notte e queste iniziative, già provate in diversi comuni, permettono non solo di risolvere il problema dei fastidiosi insetti, ma anche di risparmiare migliaia di euro nelle disinfestazioni.

Purtroppo sono animali sentinella per l’inquinamento e si stanno allontanando dalle nostre città, ma con progetti specifici si può tentare di ripopolarle.

Pipistrelli a Porto d’Ascoli contro le zanzare

A Porto d’Ascoli tra le varie iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale per la lotta alle zanzare c’è anche l’installazione di bat-box, dei supporti speciali in legno installati in vari punti della città per favorire la formazione di colonie di pipistrelli, grandi divoratori di zanzare.

Nella zona risultano già oggi alcune colonie, e nell’area del campo sportivo “Ciarrocchi” questo si è tradotto in una consistente diminuzione di fastidiosi insetti.

Fonte: http://www.ilquotidiano.it

Buon 2008!

No ai petardi pericolosiAuguro a tutti i visitatori (senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali) un buon 2008.

Tutti gli ospedali d’Italia si stanno attrezzando per gestire l’aumento di feriti causati da eccessi di alcool e dai petardi. Mi piacerebbe poter dire, tra una settimana, che si è trattato dell’ennesimo sperpero inutile di denaro pubblico. Mi raccomando, fate del vostro meglio!

PS: ricordo che i petardi sono molto fastidiosi per gli animali, soprattutto cani e gatti, che hanno un udito molto più acuto del nostro e quindi risentono maggiormente del rumore.

Fate che sia un giorno di festa!!

Trascrivo un po’ di regole d’oro per ridurre il rischio, se proprio non potete evitare:

* acquistare solo presso i negozi autorizzati
* non raccogliere fuochi inesplosi, contatta il 113 e segnalalo
* non gettare acqua sui fuochi possono reagire ed esplodere
* l’uso improprio dei fuochi d’artificio, di qualunque tipo, può comportare gravi conseguenze: ustioni, perdita delle dita, delle mani, della vista e lesioni più gravi;
* prima di accenderli leggi e segui attentamente le istruzioni. Ancor prima, però, controlla che il prodotto sia in ottimo stato di conservazione ovvero che non presenti segni d’umidità o di danneggiamento e che possono determinare la fuoriuscita di polvere pirica;
* quando accendi un fuoco d’artificio non indossare indumenti di pile o di fibra sintetica oppure acetati: una scintilla potrebbe incendiarli;
* se un fuoco d’artificio non si accende subito non ritentare, buttalo via;
* non tentare di riaccendere botti inesplosi che trovi per strada;
* usa i fuochi d’artificio consentiti in luoghi aperti, comunque lontano dalle persone e da materiale infiammabile;
* non unire od accendere contemporaneamente più fuochi;
* quando qualcuno usa i fuochi d’artificio, mettiti al riparo;
* nell’accendere quelli consentiti ricordati di: posizionare il fuoco su una superficie piana o, in caso di razzi, perfettamente in verticale, non utilizzando bottiglie di vetro; non tenere mai con le mani razzi, candele o petardi; allontanati immediatamente e non accendere razzi o petardi con la miccia corta, potrebbero esploderti in mano da un momento all’altro; non gettare e non indirizzare mai petardi o razzi verso le persone; non far esplodere mai petardi o razzi in bottiglie o dentro contenitori fragili, perché rompendosi possono produrre pericolose schegge;
* non cercare di costruire un petardo di dimensioni maggiori utilizzando le polveri di più petardi;
* evita di trasportare materiale pirotecnico in macchina e di usare fiamme libere (accendini, fiammiferi, sigarette, ecc.) nelle vicinanze.

Grazie a Linea Gotica per l’immagine della campagna contro i petardi pericolosi.

Ancora una ondata di spam

Lo spam dei commenti sui miei blog continua ad essere un problema molto fastidioso. Ho attivato la chiusura dei commenti dopo un certo numero di giorni dalla pubblicazione dell’articolo, cosa che è antipatica per quanto riguarda i temi che rimangono di attualità nel tempo, ma che riduce moltissimo lo spam mandato automaticamente. Come seconda contromisura, aggiunta a quelle preesistenti, ho installato questo plugin che controlla automaticamente i link inseriti nel commento e se fanno parte di una lista di cattivoni, non ne permette la pubblicazione.

Mi scuso per le limitazioni che queste misure comportano, ma non posso moderare centinaia di commenti ogni giorno, anche se tramite le ricerche, spamwords e spaminator riesco a cancellarne decine alla volta. Se avete cose interessanti da dire su vecchi post, scrivetemi in privato che vi pubblicherò un nuovo articolo per rianimare il discorso.