La società civile

Filippo Facci, su Il Post, scrive cose giuste:

Quello che pochi hanno il coraggio di dire, oggi, è che la società civile stringi stringi ha preso il potere. Resiste qualche dinosauro (innegabilmente) e resistono i post-comunisti e i post democristiani: la disputa, per il resto, è tra le diverse società civili che sono approdate alla politica nei vent’anni che ci separano dal 1994, cioè dalla morte ufficiale della Prima Repubblica.
(…)
Le primarie dovrebbero rappresentare il festival della società civile, appunto: eppure Marco Travaglio, l’altro giorno, ha efficacemente dimostrato che molti vincitori (del Pd e al Sud, nel caso) sono espressioni di cricche e clientele e mafie che mettono in scena il lato oscuro della società civile medesima, spesso variegata e composita non meno della politica che dovrebbe rappresentarla. È questa, infatti, l’altra cosa che pochi hanno il coraggio di dire: che la società civile non solo ha preso il potere, ma può far schifo: esattamente come vent’anni fa.

Conclave ecologista e civico a Bologna 29 e 30 gennaio 2011

Bologna 29 e 30 Gennaio 2011 presso “La Scuderia”, Piazza Verdi 2.

Care Amiche e Cari Amici,Da alcuni mesi molte persone, associazioni e reti composti da donne e uomini di buona volontà stanno lavorando al sogno di costruire un processo costituente che raggruppi tutti i soggetti che vogliono portare il respiro della società civile nelle rappresentanze e nei luoghi della decisione, superando i limiti del sistema partitico attuale, con una visione ecologista, civica, democratica e sociale costruita dal basso.

Ci sono stati diversi appuntamenti importanti in varie città d’Italia che hanno cercato di coagulare tali sforzi e che hanno portato centinaia di realtà a conoscersi e confrontarsi, gettando le basi, a nostro avviso, per l’avvio di un processo unitario aperto, inclusivo e partecipato al quale tutti coloro che intendono partecipare sono invitati a dare un contributo attivo.

Le cose si stanno muovendo, in modo magari magmatico e incoerente, ma si stanno muovendo. Perciò vogliamo invitare tutti gli uomini e le donne di buona volontà, rappresentanti di associazioni, comitati e reti locali e nazionali, ad “autoconvocarsi” e ritrovarsi, tutti insieme, per discutere i percorsi da seguire per costruire il nuovo soggetto politico in maniera partecipata e condivisa.

leggi il resto su: Conclave ecologista e civico a Bologna 29 e 30 gennaio 2011.

Attivissimo su Facebook Mail

Pensateci bene.

“Immaginate che Facebook abbia tutta la storia delle vostre conversazioni con il vostro ragazzo o la vostra ragazza. Tutto, da ‘Ehi, ti va di prendere un caffè più tardi?’ fino a ‘Devi passare tu a prendere i bambini all’allenamento di calcio’. Mia nonna l’aveva e non la dava da leggere a una società commerciale che ne faceva analisi statistiche da rivendere ai pubblicitari: era una scatola di lettere.”

via Facebook accorperà mail, SMS, chat.

Baby prostitute per ricariche cellulari ed i-Phone.

Nella puntata di ieri le Iene  ci hanno mostrato il mondo delle minorenni che si prostituiscono per ottenere in cambio cinture firmate, ricariche cellulari e cellulari all’ultima moda. La motivazione: “Vedi la tua compagna di classe sempre perfetta con la borsa abbinata a e questo e quello e pensi perché non posso essere fortunata come lei?”.

Una società in cui la fortuna e la felicità si basano sul superfluo che si può ostentare agli altri è una società che fa schifo.

La seconda parte è qui.

Un futuro ecologista

futuro_smallOggi sarò a Roma, a partecipare all’incontro “UN FUTURO ECOLOGISTA” Ripartiamo dal Pensiero Verde per una nuova Costituente Ecologista. Sul sito www.verdi.it ci sarà la diretta web dell’evento.

Nel corso della convention saranno messe a confronto le esperienze e le idee di amministratori verdi, esponenti della società civile, del mondo delle imprese della ‘green economy’ di movimenti e comitati di cittadini. Il Presidente Nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, presentando l’iniziativa di domani, ha spiegato che “è necessario un atto di coraggio per lanciare una forza ecologista forte e funzionale all’affermazione del pensiero Verde nel nostro Paese. Per realizzare questo – ha precisato Bonelli – è necessario avviare una riflessione pubblica che esca dalle stanze dei partiti e si apra alle realtà associative, economiche e della società civile. Con l’incontro di domani avvieremo questo percorso.

Se riuscirò vi terrò aggiornati su twitter con la keyword #unfuturoecologista e dirò agli altri di fare lo stesso, così potremo raccogliere i commenti e gli aggiornamenti dei partecipanti (reali ed online).